CORONAVIRUS

Zaia: Varianti in Veneto
incidono per il 17,8%

22/02/2021 15:55

"L'incidenza delle varianti del Covd-19 in Veneto è del 17,8%".

Lo ha precisato il presidente della regione, Luca Zaia spiegando che "ci sono ormai 17 varianti censite; se prima questo aspetto faceva notizia, ora nella norma. Abbiamo sentore, rispetto all'andamento epidemiologico e le sequenziazioni che sono state fatte sui campioni di altri paesi, che quella inglese sia quella più presente e possa arrivare al 70/80%. Se dovessi fare una sintesi di quello che è oggi il Veneto, posso dire che è 'circondato'. Perchè l'andamento epidemiologico nazionale non fa presagire bel tempo; è un andamento impegnativo".

"Ci sono Regioni - ha osservato - che sono al lumicino con 20-30 positivi a settimana però ce ne sono alcune che passano i 700. Noi siamo circondati e preoccupati, dopodichè forse un minimo di assicurazione, ma questo è un dato empirico, è dato dal fatto che abbiamo fatto due mesi, novembre e dicembre, 'pesanti'. E mi verrebbe da dire che noi abbiamo 'già dato' a sufficienza".

Sono 327.016 le persone che in un anno, dal 21 febbraio 2020, quando vi furono i primi due casi a Vo', sono rimaste infettate dal virus SarsCov-2 in Veneto. Questo è il risultato degli oltre 7 milioni di tamponi (tra molecolari e antigenici) effettuati da quella data.


 
Nessun commento per questo articolo.