LA 20ENNE ANNA FERRONI

Veronese denuncia: A Londra
trattata come una criminale

20/01/2021 12:25

Brutta avventura per una 20enne veronese che, sbarcata a Londra per iniziare un’esperienza di 6 mesi in una famiglia inglese a Newcastle come ragazza alla pari, è stata trattenuta in aeroporto per ore e poi rispedita in Italia. E' stata trattenuta allo Scalo londinese di Heathrow per 10 ore prima di essere rispedita in Italia (GUARDA INTERVISTA). “Mi hanno trattata come una criminale - ha detto a Telenuovo la ragazza, Anna Ferroni - mi hanno sequestrato la valigia e persino requisito cioccolata e acetone per lo smalto".

La ragazza aveva preparato tutti i documenti necessari e si era informata su tutte le carte, sia per la Brexit che per le restrizioni dovute all'Emergenza Covid. Ma non è bastato perché serviva anche il visto (una nuova norma della Gran Bretagna dopo la Brexit, anche per le ragazze alla pari, entrata in vigore da pochi giorni, quando la ragazza stava già partendo per Londra).

Così Anna è stato fermata e le è stato confiscato anche il telefono e solamente dopo dieci ore di isolamento in aeroporto è stata rimandata in Italia il giorno successivo.


 
Nessun commento per questo articolo.