IL COMMENTO DI TOTI

"Da domenica quasi tutta
l'Italia zona arancione"

14/01/2021 11:26

Stamani "in videoconferenza con i governatori il ministro Speranza ha annunciato il combinato disposto del decreto legge approvato ieri sera e del nuovo Dpcm, che sta per mettere in arancione praticamente tutta l'Italia a partire da domenica con i nuovi parametri".

Lo anticipa il presidente della Regione Liguria e vicepresidente della Conferenza delle Regioni Giovanni Toti a Tg2 Italia su Rai 2. "Non credo che gli italiani possano restare con le loro attività chiuse, chiusi in casa e vedere un Governo che traccheggia nella speranza di trovare 7-8 voti al Senato", commenta.

CAPITOLO RISTORI

La crisi "non ci impedirà di correre per garantire tempi rapidi" sui ristori: il decreto ha la "massima priorità" ma serve prima il nuovo scostamento di bilancio. Lo ha detto, secondo quanto si apprende, il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia nel corso della riunione con le regioni, sottolineando che si sta ragionando su ristori "specifici" per il settore dello sci e che sono confermati "interventi cospicui" su bar, ristoranti e su tutte le attività che verranno penalizzate dalle chiusure.

Ci sarà con le Regioni, ha garantito Noccia, un "aggiornamento ad hoc" in corso d'opera durante i lavori sul decreto ristori. "Il Ministro Gualtieri ha garantito in Cdm una corsa contro il tempo per chiedere il nuovo scostamento al Parlamento e il Presidente Conte convocherà presto un nuovo Cdm per la relazione - ha spiegato - Appena il Parlamento ci autorizzerà aggiorneremo questa riunione per aiutare il Mef e il Mise a tarare meglio e in linea con le istanze che arrivano dai territori, alcuni ristori specifici che le Regioni ci stanno indicando soprattutto sulle attività economiche limitate con forti stagionalità invernali".


 
Nessun commento per questo articolo.