LA PROVOCAZIONE DELLA CGIA DI MESTRE: SE PARAGONATI A STATALI

“Stato dovrebbe dare 250
miliardi agli imprenditori”

09/01/2021 16:00

Con la legge di Bilancio 2021 è salito a 3,8 miliardi l’importo a disposizione del fondo per il nuovo contratto di lavoro degli statali. Considerando gli effetti che questa decisione avrà anche sui dipendenti delle amministrazioni periferiche, si raggiunge una disponibilità di spesa pari a 6,7 miliardi di euro, il 26 per cento in più di quanto erogato nel 2018.

Se fossero riconosciute alle attività economiche chiuse o messe in ginocchio dalla pandemia, calcola la Cgia di Mestre, le perdite di fatturato più il 26 per cento, lo Stato dovrebbe conferire agli imprenditori poco più di 250 miliardi di euro.

Ad oggi le attività economiche hanno ottenuto dall’esecutivo, al netto delle agevolazioni in materia di credito e dello slittamento di alcune scadenze fiscali, solo 29 miliardi e un altro studio della Cgia stima che la crisi da Covid-19 causerà una perdita di 2500 euro pro capite.

“Con questa forzatura vogliamo metter in luce come una parte importante dell’economia italiana - afferma la Cgia - abbia subito perdite consistenti e non abbia beneficiato di indennizzi adeguati, sebbene da sempre non possa contare su alcun ammortizzatore sociale”.


 
Nessun commento per questo articolo.