ONLINE VIDEO E PODCAST

Attori e artisti sulle
tracce di Dante

14/12/2020 15:25
Tutti connessi il prossimo weekend sulle tracce del Sommo Poeta. Prende il via l’anteprima del programma ‘Dante a Verona 1321-2021’ per i 700 anni dalla sua morte. Celebrazioni che entreranno nel vivo con l’anno nuovo, ma che già da questo fine settimana vedranno, online, le prime iniziative. A fare da guida tra piazze e cantiche saranno voci e volti di attori e artisti, tra cui anche Claudio Santamaria. ‘Dante’s Box’ e ‘La Verona di Dante’ sono i primi due progetti realizzati dal Comune di Verona per l’anno dantesco. Le iniziative sono state presentate questa mattina, in diretta streaming, dall’assessore alla Cultura Francesca Briani, dal direttore artistico del Sistema spettacolo comunale Carlo Mangolini e dal regista Fabrizio Arcuri, che cura entrambi i progetti.

Dante’s Box è una sorta di jukebox con 21 puntate radiofoniche in pillole da 15/20 minuti che ripercorrono La Divina Commedia e la catapultano nella modernità. Ben 7 tracce per ogni Cantica, accompagnate dalle musiche del compositore Giulio Ragno Favero. I canti sono interpretati da 20 attori di 7 compagnie professionali veronesi: Ippogrifo Produzioni, Teatro Scientifico-Teatro Laboratorio, Casa Shakespeare, Mitmacher, Modus Produzioni, Punto in movimento e Cantieri Invisibili. Ad anticipare ogni canto una piccola introduzione che vede coinvolti artisti della scena nazionale quali Isabella Ragonese, Lino Guanciale, Filippo Nigro, Vinicio Marchioni e Leo Gullotta. I podcast saranno disponibili dal 18 dicembre ogni mercoledì e venerdì sul sito www.rocketradiolive.com, sui canali social del Comune di Verona e dell’Altro Teatro, sui canali Spreaker e Spotify di Arteven, che collabora alla realizzazione del progetto, e sul sito myarteven.it.

La Verona di Dante è un breve documentario per le strade della città. Tra aneddoti e leggende, la giornalista Francesca Barra accompagna gli spettatori nei luoghi di forte assonanza dantesca alla ricerca di un percorso inedito dai colori medievali. Assieme a lei Claudio Santamaria propone i versi che legano Dante alla città scaligera. Un racconto per immagini costruito a partire da un testo composto per l’occasione dalla veneziana Ginevra Lamberti, giovane prodigio della narrativa italiana. Il progetto è realizzato grazie alla collaborazione di Fondazione Atlantide Teatro Stabile di Verona. Il video sarà trasmesso alle ore 19 del 19 e del 20 dicembre sul canale Youtube del Comune di Verona sulla pagina Facebook dell’Altro Teatro e sui canali social di Fondazione Atlantide - Teatro Stabile di Verona.

Ulteriori informazioni sul sito www.danteaverona.it.

“Desideriamo che tutta la città parli di Dante, anche attraverso linguaggi nuovi e contemporanei, inusuali rispetto a quello che si è visto fino ad ora – ha detto Briani -. Abbiamo deciso di offrire un anticipo di quello che sarà nel 2021 l’anno dantesco con l’intento di dare un segnale concreto della vitalità creativa di un settore profondamente ferito dalla pandemia come lo spettacolo dal vivo. Così anche se in questi giorni i teatri sono chiusi al pubblico, noi li abbiamo aperti agli artisti, in primo luogo quelli veronesi, creando concrete occasioni di lavoro per attori e tecnici attorno a due progetti di altissima qualità. Due produzioni originali, con una nota tutta al femminile, che utilizzeranno i canali del web per raccontare il forte legame che c’è tra Verona e Dante”.

“Assieme a Fabrizio Arcuri – ha proseguito Mangolini - abbiamo pensato di realizzare qualcosa che potesse dare voce agli artisti con un linguaggio specifico proponibile al pubblico anche a distanza. Qualcosa di ben diverso dallo spettacolo teatrale ripreso in video, ma che avesse piuttosto una sua specificità di linguaggio. Ci siamo così orientati sull’idea di un racconto principalmente sonoro attorno alla Divina Commedia e di un viaggio per immagini nei luoghi della Verona dantesca. Protagoniste le compagnie teatrali del territorio, che ci accompagneranno quindi in questo percorso, così come attori di fama nazionale. I progetti hanno poi il supporto di due realtà regionali molto importanti come Fondazione Atlantide e Arteven, oltre che la professionalità dei giovani sia di RocketRadiolive che di Colorful Mind per la parte video”.

 
Nessun commento per questo articolo.