ROTTA E I RISTORI NEI CONTI CORRENTI DEGLI ESERCENTI

"18 milioni a fondo
perduto per i veronesi"

18/11/2020 18:05

"E' un primo importante segnale per tante imprese del Veneto, perché si tratta di una risposta concreta ai tanti imprenditori che stanno vivendo un momento di grande difficoltà a causa delle nuove misure per contenere la pandemia”, così Alessia Rotta, presidente della Commissione Ambiente della Camera, commenta i dati dell'Agenzia delle Entrate sulle prime risorse a fondo perduto erogate a imprese e attività di servizi.

“Si tratta – spiega la presidente Rotta – di erogazioni automatiche che sono arrivate direttamente nei conti correnti dei beneficiari a cui poi si aggiungeranno anche le misure previste dal cosiddetto Ristori 2 e dal nuovo decreto in fase di elaborazione che sarà emanato entro Natale”.

“Per il Veneto questa prima tranche di aiuti ammonta a quasi 88 milioni di euro a favore di 17 mila soggetti, attività, imprese e servizi, per un importo medio di 4.882 euro pro capite. In particolare a Verona il contributo è di 18 milioni 430 mila euro a favore di 3756 soggetti che in media hanno ricevuto 4900 euro”.

“Si tratta di soggetti vari – conclude Rotta - infatti nella platea dei beneficiari vi sono bar, ristoranti, gelaterie, alloggi, servizi alla persona, organizzazioni associative, attività sportive e di intrattenimento, attività professionali, tecniche e scientifiche, servizi turistici. In pratica sono quelle attività che a causa del lockdown hanno subito perdite negli incassi e nel fatturato”.


 
Nessun commento per questo articolo.