Covid, nuovi orari uffici cassa ospedali

30/01/2021 17:10

In considerazione dello scenario epidemiologico e della sua evoluzione si comunica che a partire dal 1 febbraio 2021 gli Sportelli Prenotazioni-Cassa-Ritiro Referti avranno i seguenti orari:


Sportello Multifunzione di Borgo Trento: dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18;

Sportello Prenotazioni Libera Professione e Cassa di Borgo Roma: dal lunedì al mercoledì dalle 8 alle 18; giovedì e venerdì dalle 8 alle 16;

Sportello Prenotazioni SSN di Borgo Roma: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 16


Come previsto dalle linee di indirizzo regionale atte a contenere il rischio di ripresa dei focolai epidemici COVID 19 si raccomanda all’utenza di utilizzare prevalentemente gli strumenti on line e a consultare il portale aziendale https://www.aovr.veneto.it/

Email inviata con successo

Progetto Munch, Legambiente Verona cerca 4 volontari

30/01/2021 17:04

Sono aperte le domande per la selezione di giovani (18-28 anni) per il bando 2021 di Servizio Civile Universale e quest’anno Legambiente Verona ha disponibili 4 posti all’interno del suo progetto “Munch”.


L’impegno del Servizio Civile è una scelta di solidarietà verso la comunità e in questo caso l’arte e l’ambiente. Dura 12 mesi, è retribuito con una indennità mensile di 439,50€, impiega 25 ore settimanali suddivisi su cinque giorni ed è compatibile con lo studio universitario e anche con un altro contratto di lavoro, salvo gli orari richiesti per lo svolgimento del servizio. Sono infatti sempre garantiti permessi straordinari per ogni esame sostenuto, oltre a 20 giorni di ferie annuali.


I volontari avranno la possibilità di aiutare Legambiente Verona in egual misura in tre settori principali: il settore ambientale, quello artistico/storico monumentale e comunicazione/marketing. Per il settore ambientale, i volontari aiuteranno nella cura delle aree verdi del Parco delle Mura Nord (Parco delle Torricelle) e aiuteranno nella gestione e apertura al pubblico di Malga Derocon, un presidio ambientale situato a Erbezzo che ha al suo interno un habitat per cervi e camosci. Per il settore artistico e culturale, i volontari presidieranno le Arche Scaligere durante tutta la stagione estiva, garantendone l’apertura al pubblico, e aiuteranno le guide locali di Legambiente nell’accompagnamento dei visitatori sulle mura e i bastioni di Verona. Per la parte di comunicazione, Legambiente Verona cerca giovani che abbiano forti capacità comunicative, creatività e intraprendenza, per aiutare l’associazione nel miglioramento della comunicazione online.


Legambiente Verona è attiva sul territorio locale anche con le campagne del nazionale sulla qualità dell’aria, dell’acqua, della mobilità. Tutti gli anni ad esempio i volontari del Servizio Civile prendono parte alla campagna di Puliamo il Mondo, o al campionamento delle acque del Lago di Garda con Goletta dei Laghi.


Legambiente Verona è un luogo giovane e multiculturale, che accoglie ogni anno anche volontari dall’estero per diversi mesi. I ragazzi e le ragazze scelti per il Servizio Civile avranno anche quindi la possibilità di parlare inglese e relazionarsi con giovani della loro età contribuendo allo stesso tempo a salvaguardare l’ambiente e l’arte della città.


Per compilare la domanda di candidatura occorre essere in possesso delle credenziali Spid e registrarla unicamente per via telematica all'indirizzo domandaonline.serviziocivile.it entro le ore 14 del prossimo 15 febbraio. Gli ammessi alla selezione verranno poi valutati in base a curriculum di studi, alle esperienze e ad un colloquio con Legambiente. Ulteriori informazioni possono essere richieste mandando un’email a [email protected] oppure chiamando al numero 045.8009686, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13.

Email inviata con successo

Cura tumori, Lilt Verona non si ferma

17/01/2021 18:00

Il Progetto Linfedema della Lilt Verona è rivolto a persone di entrambi i sessi e consiste nella cura gratuita attraverso sedute con una fisioterapista specializzata in trattamento del Linfedema. Un servizio in più per i pazienti che non hanno mezzi o che, durante questo periodo di pandemia, non possono aspettare troppo tempo per la terapia in altre strutture. Iniziato nel maggio del 2018, il progetto è stato consolidato nel corso degli anni ed è diventato un prezioso alleato per il benessere di tanti malati.


“Il linfedema produce strascichi a livello emotivo, funzionale, fisico e socio-familiare, - spiega il Presidente della Lilt Verona, Alberto Massocco - intaccando la normale attività fisica del paziente (interessando gli arti inferiori e superiori) e la qualità dei rapporti con familiari ed amici. Un gruppo di ricercatori dello University of Texas M.D. Anderson Cancer Center ha analizzato i tassi di incidenza del linfedema nelle più diffuse forme tumorali. Il loro lavoro confronta i risultati di diversi studi clinici che si sono occupati di descrivere la presenza di linfedema nelle pazienti con cancro del seno, riportando un’incidenza media nelle pazienti in seguito a biopsia del linfonodo sentinella pari al 6.3% e del 22.3% dopo asportazione dei linfonodi ascellari. Nel caso, invece, dei pazienti con melanoma l’incidenza media di linfedema dopo intervento raggiunge il 4.1%, mentre nelle pazienti operate per cancri di tipo ginecologico l’incidenza media è del 9.0%. Per i pazienti con cancro della prostata e della vescica si segnalano tassi di incidenza medi di linfedema post-trattamento pari, rispettivamente, a 4% e 16%”.


Il linfedema costituisce un problema significativo per le persone che hanno subito l’asportazione completa dei linfonodi regionali in corso di un intervento oncologico o dopo la radioterapia: è una vera e propria patologia caratterizzata dall’accumulo di linfa nei tessuti. Colpisce prevalentemente le donne operate di cancro al seno, una su 5, ma anche gli uomini. La comparsa del linfedema segue solitamente il termine del trattamento antitumorale (può comparire poche settimane dopo il trattamento ma anche dopo qualche anno) e non causa dolore, ma si manifesta con la sensazione di pesantezza ed indolenzimento o, più in generale, di fastidio, finendo con l’incidere pesantemente sulla qualità di vita del paziente.


Per informazioni e prenotazioni si può telefonare allo 045 8303675 o al 334 5216814 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 14, scrivere a [email protected] o consultare il sito www.legatumorivr.it

Email inviata con successo

Bastano 50 centesimi per servire un pasto caldo

16/12/2020 16:22

Bastano 50 centesimi per servire un pasto caldo a una persona senza dimora. Aiuta la Ronda della Carità di Verona con una donazione, puoi farlo con carta di credito o paypal, cliccando a QUESTO LINK.

Email inviata con successo

Soggiorni climatici, contributi per disabili

18/11/2020 11;55

C’è tempo fino al 31 gennaio 2021 per la richiesta di contributo a parziale copertura dei costi sostenuti da anziani disabili, per i soggiorni climatici effettuati nel 2020. L’iniziativa è realizzata dall'assessorato al Turismo Sociale del Comune di Verona.

Il contributo verrà riconosciuto ai cittadini over 60 residenti nel Comune di Verona, con un’invalidità pari o superiore al 75%. Saranno parzialmente rimborsati i soggiorni climatici effettuati in Italia in località marine, montane, lacustri o termali, in hotel, case per ferie, residence.

Il contributo riguarda la spesa di soggiorno sostenuta e documentata fino ad un massimo di 20 euro giornalieri, per l'utente e l'eventuale accompagnatore, per non più di 15 giorni.

La quota di contributo giornaliero a titolo di rimborso economico è determinata sulla base dell'indicatore Isee 2020 non superiore a 16.700 euro.

Il modulo domanda è scaricabile dal sito www.comune.verona.it/turismosociale.

Email inviata con successo

Covid, nuovi orari uffici cassa ospedali

18/11/2020 11:50

In considerazione dello scenario epidemiologico, della sua evoluzione e della riduzione delle prestazioni erogate richiesta dalla Regione, si comunica che, salvo indicazioni diverse che perveranno dalle Autorità Competenti, fino al 10 gennaio 2021 gli orari degli sportelli Casse e Prenotazioni dell’Azienda Ospedaliera Integrata di Verona saranno i seguenti:


BORGO TRENTO

Sportello Multifunzione (Cassa/Ritiro Referti/CUP) dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 16


BORGO ROMA

Uffici Cassa/Ritiro Referti/Prenotazioni LP dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 16

Sportelli CUP dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 16


Come previsto dalle linee di indirizzo regionale atte a contenere il rischio di ripresa dei focolai epidemici COVID 19 si raccomanda all’utenza:


­ di effettuare il Pagamento delle prestazioni con il Canale On Line o con le Riscuotitrici Automatiche


­ di ritirare il Referto:

 con la modalità on line;

 tramite richiesta dell’invio a domicilio;


- di recarsi allo sportello solo nel caso di reale impossibilità di utilizzare gli strumenti citati esclusivamente previa prenotazione, telefonando:

 per BORGO TRENTO allo 0458122703 dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 15.30;

 per BORGO ROMA allo 0458124326 dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12;


In caso di necessità di ulteriori informazioni:

Per prestazioni eseguite all’Ospedale di Borgo Trento scrivere a [email protected]

Per prestazioni eseguite all’Ospedale di Borgo Roma scrivere a [email protected]

Si ricorda infine che è possibile richiedere/disdire una prenotazione con impegnativa o in libera professione anche tramite il sito internet www.aovr.veneto.it

Email inviata con successo

Lilt: Proteggiti dai "colpi bassi"

18/11/2020 11:35

“LILT for Men, proteggiti dai colpi bassi” è il leitmotiv della nuova campagna di sensibilizzazione della LILT dedicata esclusivamente alle patologie tumorali della sfera genitale maschile. Per il “percorso azzurro” la Lega italiana per la lotta ai tumori di Verona anche quest’anno offre controlli gratuiti a cura di un urologo specialista volontario. Sono stati invitati anche gli alpini , tramite le loro associazioni, a sottoporsi come ogni anno al controllo.


“I dati epidemiologici registrano che ogni anno il 54% dei tumori maligni vengono diagnosticati agli uomini, contro il 46% diagnosticato alle donne. Le neoplasie “esclusivamente” maschili – spiega il Presidente della Lilt Verona, Alberto Massocco - sono: il tumore alla prostata - che rappresenta la 6° causa di morte per gli uomini in tutto il mondo, ma tendenzialmente la prima per incidenza, essendo aumentata l’aspettativa di vita -, e seppure più rari, il tumore al testicolo ed il carcinoma del pene. Per decenni queste patologie tumorali sono state considerate quasi un vero e proprio tabù. Oggi, l’atteggiamento psico-sociale, per fortuna, è cambiato e fondamentali passi in avanti sono stati compiuti grazie alla prevenzione, alla diagnosi precoce, alla ricerca, e alla terapia. Grazie ad una maggiore e costante corretta informazione si è, in particolare, sviluppata la cultura della prevenzione e della diagnosi precoce, che si stanno sempre più diffondendo e consolidando. Attraverso la prevenzione è, infatti, possibile oggi vincere il tumore. Bastano salutari comportamenti, semplici regole e periodici controlli clinico-strumentali. La prevenzione e la diagnosi precoce oggi guariscono il 60% dei casi di cancro e siamo altresì consapevoli che intensificando le campagne di sensibilizzazione potremmo arrivare ad una guaribilità, già oggi, superiore all’80%”.


Ogni anno, per tutto il mese di novembre, Lilt Verona offre colloqui gratuiti a tutti gli uomini con medici urologi volontari, nel rispetto delle normative anticovid e con tutti i presidi utili. Per informazioni e prenotazioni si può telefonare allo 045 8303675 o al 334 5216814 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 12,30, scrivere a [email protected] o consultare il sito www.legatumorivr.it

Email inviata con successo

Spettacoli in rete per mondo dei bambini

10/11/2020 10:30

Nuova iniziativa di Fondazione Aida con "Teatro onlife Spettacoli in rete per il mondo dei bambini", che va a sostituire gli eventi della Famiglie a teatro momentaneamente sospesi a seguito dei recenti Dcpm.

Gli spettacoli si terranno il 21, 22, 28 e 29 novembre, quattro repliche al giorno. Sono organizzati con la collaborazione dell'Assessorato all'Istruzione del Comune di Verona.

I bambini verranno "accolti" attraverso la piattaforma Zoom in una "stanza segreta", ad aspettarli vi saranno gli operatori teatrali di Fondazione Aida guidati da Pino Costalunga. Vivranno un'esperienza teatrale innovativa dove saranno parte attiva dello show grazie all'ausilio di diversi oggetti facilmente reperibili a casa.

Email inviata con successo

Tamponi rapidi a Marzana Malcesine e Isola Scala

07/10/2020 16:15

L’Azienda ULSS 9 Scaligera ha attivato tre nuovi punti tampone in provincia di Verona per l’effettuazione di tamponi rapidi per la rilevazione di infezioni da Covid-19 a studenti e personale scolastico. I tre punti sono attivi all’Ospedale di Malcesine, all’Ospedale di Marzana e al Centro Sanitario Polifunzionale di Isola della Scala. Le nuove sedi si vanno ad aggiungere a quelle già presenti presso la Caserma Pianell di Verona, il Centro Polifunzionale di Bussolengo e gli ospedali Fracastoro di San Bonifacio e Mater Salutis di Legnago.

In questi primi giorni di attività l’accesso ai nuovi punti tampone è diretto e non necessita prenotazione; dal fine settimana sarà possibile prenotare le prestazioni attraverso l’app dedicata sul sito web dell’ULSS 9.


Gli orari di attività dei nuovi punti tampone sono i seguenti:


- Ospedale di Malcesine (sala riunioni vicino al Punto di Primo Intervento): da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 17.00; sabato dalle 8.00 alle 14.00)

- Ospedale di Marzana: lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore 13:00 alle 19:00; martedì, giovedì e sabato dalle ore 9:00 alle 15:00

- C.S.P. di Isola della Scala: lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore 9:00 alle 15:00; martedì, giovedì e sabato dalle ore 13:00 alle 19:00


Per accedere al servizio è necessario indossare la mascherina chirurgica, mantenere il distanziamento e avere con sé la tessera sanitaria e l’impegnativa. In caso di esito positivo del tampone rapido, che viene comunicato direttamente sul posto dopo 15-20 minuti dall’effettuazione, il personale dell’ULSS 9 effettuerà successivamente un tampone molecolare di conferma. Qualora il caso fosse confermato, il Servizio Igiene Sanità Pubblica si occuperà di effettuare l’indagine epidemiologica, il contact tracing e disporrà la quarantena e l’isolamento anche dei contatti stretti individuati.

Email inviata con successo

Cultura e impegno per ricerca su tumore seno

29/09/2020 11:52

Pur di fronte alla preoccupazione per non essere ancora riusciti a fermare il Covid 19, e quindi con l’impegno massimo per conquistare quanto prima un vaccino in grado di battere anche questo ultimo virus, non possiamo abbassare la guardia nell’attività di ricerca sui tumori, sensibilizzazione e raccolta fondi per migliorare le diagnosi, personalizzare le cure e rendere il cancro sempre più curabile. Ne è fortemente consapevole Fondazione AIRC, che negli ultimi cinque anni ha messo a disposizione oltre 40 milioni di euro per progetti di ricerca sul tumore al seno.


Come ogni mese di ottobre, dunque, Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro, torna a indossare un nastro rosa incompleto per sensibilizzare il pubblico e mostrare vicinanza alle donne colpite dal tumore al seno, la neoplasia più diffusa nel genere femminile, che riguarda una donna su nove nell’arco della vita, con circa 53.000 nuove diagnosi in Italia solo nel 2019. Grazie ai costanti progressi della ricerca,la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi è aumentata fino all’87%, ma c’è ancora molto da fare per raggiungere il vero obiettivo: curare tutte le donne, accompagnarle nella realizzazione dei loro progetti di vita.


Tra le iniziative promosse sull’intero territorio nazionale, e anche in Veneto e Trentino Alto Adige attraverso i volontari del Comitato AIRC che ha sede a Verona, torna l’accensione dei principali monumenti nelle grandi città, come nei piccoli paesi di tutte le regioni.


La distribuzione attraverso le oltre 20 farmacie veronesi di Federfarma e le 13 Farmacie Comunali della città, delle nuove spillette Nastro Rosa in una nuova versione glitterata, che si potranno ricevere in cambio di un’offerta minima di 2 euro, contribuirà così a sostenere la Ricerca.


Non mancano gli eventi privati sul territorio che, sempre in osservanza delle norme anti Covid vengono organizzati a numero chiuso. L’obiettivo rimane, forte e più che mai importante, quello di raccogliere fondi per non fermare la ricerca sui tumori al seno: a Verona domenica 4 ottobre, a Palazzo Verità Poeta, i conti Giorgio e Olivia Bevilacqua, accoglieranno una sessantina di ospiti per la serata “Cinema a Palazzo” tra cultura, spettacolo e sensibilizzazione.


Protagonisti della prima parte della serata saranno il regista indipendente e produttore cinematografico (Ahora Film), il veronese Marco Pollini, con all’attivo 5 film di cui 3 girati a Verona, e uno degli attori con cui ha girato di più, il partenopeo, romano di adozione, Pino Ammendola, protagonista di molti film anni 60 come attore, doppiatore e regista, come in “Stregati dalla luna”. Sarà l’occasione per ripercorrere la storia del cinema, anche nel suo incrociarsi con i grandi protagonisti e con il nostro territorio, grazie ai racconti di Ammendola e gli spezzoni dei film selezionati dal regista Pollini che, proprio in questi mesi, sta vivendo una nuova importante avventura. Presentato al Festival di Venezia, Pollini ha in progetto di girare un film sulla famiglia degli Scaligeri per Netflix e Amazon.


Seguirà una breve cena di stagione tutta veronese, offerta dall’Azienda Agricola Martin Gazzani e cucinata dai Mastri risottari di Isola della Scala, con i vini delle cantine Serego Alighieri e Valdo Spumanti e un inedito gelato naturale ai gusti di mandorla e Amarone di Terra e Cuore, servito nella suggestiva cornice floreale di Flover .


Per partecipare alla serata è suggerita una donazione minima di 50 euro a persona ed è necessaria la prenotazione, telefonando al numero 045 8250234.


È comunque possibile offrire il proprio contributo anche organizzando o dedicando altri piccoli eventi alla ricerca sul cancro al seno per restituire a ogni donna il suo progetto di vita.


· le spillette Nastro Rosa AIRCsono disponibili a fronte di una donazione minima di 2 euro nelle farmacie e nei punti di distribuzione indicati su nastrorosa.it


· è possibile donare con carta di credito su nastrorosa.it o chiamando il numero verde 800 350 350 (attivo dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle 19.30)


· chiamando il 4 5 5 2 1 da telefono fisso per donare 5 o 10 euro o inviando al 4 5 5 2 1 uno o più SMS del valore di 2 euro**


· con Bonifico Bancario IBAN IT 18 N 05034 01633 000000005226

Email inviata con successo