Tamponi rapidi a Marzana Malcesine e Isola Scala

07/10/2020 16:15

L’Azienda ULSS 9 Scaligera ha attivato tre nuovi punti tampone in provincia di Verona per l’effettuazione di tamponi rapidi per la rilevazione di infezioni da Covid-19 a studenti e personale scolastico. I tre punti sono attivi all’Ospedale di Malcesine, all’Ospedale di Marzana e al Centro Sanitario Polifunzionale di Isola della Scala. Le nuove sedi si vanno ad aggiungere a quelle già presenti presso la Caserma Pianell di Verona, il Centro Polifunzionale di Bussolengo e gli ospedali Fracastoro di San Bonifacio e Mater Salutis di Legnago.

In questi primi giorni di attività l’accesso ai nuovi punti tampone è diretto e non necessita prenotazione; dal fine settimana sarà possibile prenotare le prestazioni attraverso l’app dedicata sul sito web dell’ULSS 9.


Gli orari di attività dei nuovi punti tampone sono i seguenti:


- Ospedale di Malcesine (sala riunioni vicino al Punto di Primo Intervento): da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 17.00; sabato dalle 8.00 alle 14.00)

- Ospedale di Marzana: lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore 13:00 alle 19:00; martedì, giovedì e sabato dalle ore 9:00 alle 15:00

- C.S.P. di Isola della Scala: lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore 9:00 alle 15:00; martedì, giovedì e sabato dalle ore 13:00 alle 19:00


Per accedere al servizio è necessario indossare la mascherina chirurgica, mantenere il distanziamento e avere con sé la tessera sanitaria e l’impegnativa. In caso di esito positivo del tampone rapido, che viene comunicato direttamente sul posto dopo 15-20 minuti dall’effettuazione, il personale dell’ULSS 9 effettuerà successivamente un tampone molecolare di conferma. Qualora il caso fosse confermato, il Servizio Igiene Sanità Pubblica si occuperà di effettuare l’indagine epidemiologica, il contact tracing e disporrà la quarantena e l’isolamento anche dei contatti stretti individuati.

Email inviata con successo

Proroga rimborso famiglie numerose

07/10/2020 16:04

La Regione Veneto ha prorogato fino al 26 ottobre, in favore delle famiglie numerose, i termini per l’acquisto di computer, tablet o stampanti, utili per la didattica a distanza dei figli. Si tratta del progetto ‘Digit-ALI’ che prevede, per le famiglie numerose residenti in Veneto, il rimborso di 500 euro da parte della Regione, per l’acquisto di dispositivi digitali in uso a ragazzi frequentanti la scuola.


Per usufruire del rimborso è necessaria la presenza in famiglia di almeno quattro figli o tre gemelli di età minore di 18 anni, oppure di quattro figli di cui tre minori e un maggiorenne frequentante la scuola secondaria superiore. E’ inoltre necessario avere un reddito ISEE non superiore a 40mila euro.

Con la nuova proroga è possibile richiedere il rimborso degli acquisti effettuati quest’anno a partire dall’1 febbraio fino al 26 ottobre. La domanda per il voucher può essere invece presentata entro e non oltre il 30 ottobre 2020.


Nel sito www.famigliedigitali.net sono reperibili tutte le informazioni utili in merito alla richiesta del rimborso. Per chiarimenti è inoltre possibile inviare una e-mail a [email protected] oppure telefonare ai numeri 049/8658965 o 049/8658955.

Email inviata con successo

Cultura e impegno per ricerca su tumore seno

29/09/2020 11:52

Pur di fronte alla preoccupazione per non essere ancora riusciti a fermare il Covid 19, e quindi con l’impegno massimo per conquistare quanto prima un vaccino in grado di battere anche questo ultimo virus, non possiamo abbassare la guardia nell’attività di ricerca sui tumori, sensibilizzazione e raccolta fondi per migliorare le diagnosi, personalizzare le cure e rendere il cancro sempre più curabile. Ne è fortemente consapevole Fondazione AIRC, che negli ultimi cinque anni ha messo a disposizione oltre 40 milioni di euro per progetti di ricerca sul tumore al seno.


Come ogni mese di ottobre, dunque, Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro, torna a indossare un nastro rosa incompleto per sensibilizzare il pubblico e mostrare vicinanza alle donne colpite dal tumore al seno, la neoplasia più diffusa nel genere femminile, che riguarda una donna su nove nell’arco della vita, con circa 53.000 nuove diagnosi in Italia solo nel 2019. Grazie ai costanti progressi della ricerca,la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi è aumentata fino all’87%, ma c’è ancora molto da fare per raggiungere il vero obiettivo: curare tutte le donne, accompagnarle nella realizzazione dei loro progetti di vita.


Tra le iniziative promosse sull’intero territorio nazionale, e anche in Veneto e Trentino Alto Adige attraverso i volontari del Comitato AIRC che ha sede a Verona, torna l’accensione dei principali monumenti nelle grandi città, come nei piccoli paesi di tutte le regioni.


La distribuzione attraverso le oltre 20 farmacie veronesi di Federfarma e le 13 Farmacie Comunali della città, delle nuove spillette Nastro Rosa in una nuova versione glitterata, che si potranno ricevere in cambio di un’offerta minima di 2 euro, contribuirà così a sostenere la Ricerca.


Non mancano gli eventi privati sul territorio che, sempre in osservanza delle norme anti Covid vengono organizzati a numero chiuso. L’obiettivo rimane, forte e più che mai importante, quello di raccogliere fondi per non fermare la ricerca sui tumori al seno: a Verona domenica 4 ottobre, a Palazzo Verità Poeta, i conti Giorgio e Olivia Bevilacqua, accoglieranno una sessantina di ospiti per la serata “Cinema a Palazzo” tra cultura, spettacolo e sensibilizzazione.


Protagonisti della prima parte della serata saranno il regista indipendente e produttore cinematografico (Ahora Film), il veronese Marco Pollini, con all’attivo 5 film di cui 3 girati a Verona, e uno degli attori con cui ha girato di più, il partenopeo, romano di adozione, Pino Ammendola, protagonista di molti film anni 60 come attore, doppiatore e regista, come in “Stregati dalla luna”. Sarà l’occasione per ripercorrere la storia del cinema, anche nel suo incrociarsi con i grandi protagonisti e con il nostro territorio, grazie ai racconti di Ammendola e gli spezzoni dei film selezionati dal regista Pollini che, proprio in questi mesi, sta vivendo una nuova importante avventura. Presentato al Festival di Venezia, Pollini ha in progetto di girare un film sulla famiglia degli Scaligeri per Netflix e Amazon.


Seguirà una breve cena di stagione tutta veronese, offerta dall’Azienda Agricola Martin Gazzani e cucinata dai Mastri risottari di Isola della Scala, con i vini delle cantine Serego Alighieri e Valdo Spumanti e un inedito gelato naturale ai gusti di mandorla e Amarone di Terra e Cuore, servito nella suggestiva cornice floreale di Flover .


Per partecipare alla serata è suggerita una donazione minima di 50 euro a persona ed è necessaria la prenotazione, telefonando al numero 045 8250234.


È comunque possibile offrire il proprio contributo anche organizzando o dedicando altri piccoli eventi alla ricerca sul cancro al seno per restituire a ogni donna il suo progetto di vita.


· le spillette Nastro Rosa AIRCsono disponibili a fronte di una donazione minima di 2 euro nelle farmacie e nei punti di distribuzione indicati su nastrorosa.it


· è possibile donare con carta di credito su nastrorosa.it o chiamando il numero verde 800 350 350 (attivo dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle 19.30)


· chiamando il 4 5 5 2 1 da telefono fisso per donare 5 o 10 euro o inviando al 4 5 5 2 1 uno o più SMS del valore di 2 euro**


· con Bonifico Bancario IBAN IT 18 N 05034 01633 000000005226

Email inviata con successo

Scoprire l'arte degli orti in vaso

23/09/2020 11:56

Scoprire ed imparare l’arte degli orti in vaso e a terra. Un’opportunità proposta dall'ufficio Sviluppo Sostenibile – Ecosportello del Comune, con cinque incontri aperti alla cittadinanza.


Il programma completo degli appuntamenti prevede: il 29 settembre l’incontro sul tema ‘Coltiviamo l'orto familiare. Diversi modi a confronto: orto organico (biologico), sinergico e altro ancora’; il 6 ottobre ‘Progettiamo l'orto in vaso: i contenitori, i terricci, la semina’; il 13 ottobre ‘Progettiamo l'orto per la primavera: lavorazioni e concimazione, copertura del terreno, la consociazione delle piante’; il 20 ottobre ‘La raccolta e la conservazione dei semi per la riproduzione delle piante orticole e ornamentali’; il 27 ottobre ‘Parassiti, malattie e cura delle piante: proteggere le piante utilizzando macerati di erbe’.

La partecipazione agli incontri è gratuita. Iscrizione obbligatoria alla mail: [email protected] Informazioni al numero 335 8242946.

Email inviata con successo

Nuovi laboratori del centro riuso creativo

09/09/2020 11:20

È tornato in attività, con nuove proposte, il Centro di Riuso Creativo della Direzione Ambiente del Comune di Verona, all’ex Arsenale n° 8 – palazzina Centrale.

Oltre alle consuete iniziative dedicate a bambini, giovani e adulti, sono in programma laboratori didattici rivolti agli insegnanti e agli educatori del nido e della scuola dell’Infanzia, finalizzati ad acquisire tecniche utili al riutilizzo di materiali.

Il programma prevede, sempre il sabato, dalle 9 alle 14: il 12 settembre - ‘Esplorazioni cromatiche’; il 19 settembre ‘Materia tra luce ed ombra’; il 26 settembre ‘Costruttività’; il 3 ottobre ‘Le potenzialità espressive della materia all’aperto’.

Gli eventi, promossi dal Comune di Verona in collaborazione con Amia, sono gratuiti. E’ possibile la partecipazione ad un massimo 2 laboratori, con prenotazione obbligatoria attraverso la mail [email protected] o al numero 335 8242946.

Il programma completo e le informazioni per iscriversi alle attività sono disponibili sul sito dell’Ecosportello (http://ecosportello.comune.verona.it) nella sezione dedicata al Centro di Riuso Creativo.

Al Centro di Riuso Creativo, inoltre, sono a disposizione gratuitamente per insegnanti ed educatori, materiale di scarto nuovo (carta, cartone, plastica, piccoli metalli, stoffa ecc), offerto dalle aziende del territorio veronese.

Email inviata con successo

Danza ed elettronica secondo Camilla Monga

09/09/2020 11:11

Strumenti classici e timbriche elettroniche. La musica guida i corpi in una ricerca corale che non prevede contatto fisico. Andrà in scena domani sera, mercoledì 9 settembre, il nuovo lavoro di Camilla Monga, danzatrice e coreografa veronese. Un’indagine sul rapporto tra la danza e le composizioni musicali originali. Un dialogo a più voci. Nella prima parte dello spettacolo ‘Dire’ con il produttore, sound designer e videoartista LSKA, in ‘Habitus’, invece, con la musicista e sound designer Federica Furlani.

Prosegue la sezione danza della settantaduesima edizione dell’Estate Teatrale Veronese, festival organizzato dal Comune di Verona con la direzione artistica di Carlo Mangolini. Un unico file rouge sul palcoscenico: ‘Il corpo distillato’. E distanziato, nel rispetto delle misure anti Covid. Assoli e corpi a distanza, quindi, in un continuo dialogo tra spazio e musica.

Eventi unici a prezzi ridotti per giovani under 26, over 65 e tutti gli allievi e insegnanti delle scuole di danza, che hanno diritto alla tariffa speciale di 8 euro. Un programma di soli che riunisce alcune artiste italiane capaci di raccontarsi per quello che sono, in una sorta di diario a cuore aperto offerto al pubblico. E dedicato soprattutto ai tanti giovani danzatori veronesi. Biglietti in vendita al Box Office Verona di via Pallone 16 o sui siti www.geticket.it e www.boxofficelive.it.

“E’ un ritorno nella sua città quello di Camilla Monga – precisa Mangolini –. Un’artista che a poco più di 30 anni ha già alle spalle una solida carriera internazionale, a partire dalla sua formazione avvenuta a Bruxelles sotto la direzione di una grande maestra della danza contemporanea come Anne Teresa de Keersmaeker. Sin dagli esordi autoriali, il suo percorso si è intrecciato con quello di musicisti di varia estrazione, sviluppando una cifra artistica che proprio nella contaminazione con la musica, spesso eseguita dal vivo, trova la sua assoluta specificità e coerenza. Un doppio programma che la vede affiancata in scena anche questa volta da due musicisti come LSKA e Federica Furlani. Un’occasione preziosa per vedere il Teatro Romano abitato dai gesti e dai suoni della contemporaneità”.

Email inviata con successo

Autunno di eventi in memoria di Zardini

09/09/2020 11:00

Prende il via, venerdì 11 settembre, la rassegna di eventi gratuiti in memoria di frate Terenzio Zardini, compositore e docente di musica corale-sacra nel Conservatorio di Verona. Nel 20°dalla sua scomparsa, nonostante le difficoltà organizzative dettate dalle misure per la sicurezza e il distanziamento sociale, si terranno, fino a dicembre, nel chiostro e nella chiesa di San Bernardino, sette appuntamenti, con concerti ed eventi dedicati alla musica.

In apertura di rassegna, venerdì 11 settembre alle 21, serata concertistica in omaggio a Ludwing Van Beethoven, nel 250° anniversario della nascita.

Successivamente, nei sabati 10, 17, 24 e 31 ottobre, sempre alle ore 21, si terranno i concerti ‘Ottobre musicale Terenzio Zardini’. Domenica 22 novembre, alle ore 16, incontro su ‘Terenzio Zardini e il canto corale’. In chiusura, sabato 19 dicembre, alle ore 21, il concerto di Natale.

Email inviata con successo

Musica in Lessinia con la Jazz Orchestra

04/09/2020 12:10

Lo swing arriva in Lessinia con la Jazzset Orchestra che offrira' un concerto a Rovere' veronese, domenica 6 settembre 2020 alle ore 20,30 in Piazza Vittorio Emanuele. La Pro loco di Roverè promuove l’evento musicale, nel rispetto delle norme anticovid. Un vero e proprio tributo ad un’epoca ed ai protagonisti di quella musica che ha fatto innamorare il mondo a ridosso della seconda Guerra Mondiale. La Jazzset Orchestra, storico ensemble veronese che ha superato il trentennale dalla sua fondazione, è capeggiato dall’alto sax Marco Ledri, con la pianista Elena Bruk, le voci soliste Rossana D’Auria e Stefano Fusco e diciotto orchestrali interpreti del sound degli anni Quaranta/Cinquanta con le armonie e le immortali canzoni dell’Era dello Swing a rivivere romantiche scene d’amore. Oltre all’esecuzione delle canzoni portate al successo del mitico Frank Sinatra, ci sara' anche un tributo al musicista mantovano Gorni Kramer, compositore, polistrumentista, direttore d’orchestra interprete delle prime trasmissioni televisive degli Anni ’50 in Italia, del quale ricorre quest’anno il 25mo dalla scomparsa. Una serata che intende diffondere, tramite la locale Pro Loco, il genere Swing anche nei Centri della Lessinia. L’ingresso alla Piazza è libero, fino ad esaurimento dei posti, per i quali è previsto il distanziamento sociale e controllato dai volontari della Pro Loco.

Email inviata con successo

Scuola per imprenditoria riflettori sostenibilità

25/08/2020 12:21

E' scattato il conto alla rovescia per la presentazione della della Scuola per l'imprenditoria 2020, in programma giovedì 3 settembre alle ore 18 al ristorante-pizzeria Boscomantico. E’ l’edizione numero 12 del percorso formativo coordinato dal Gruppo Giovani di Confcommercio Verona e condiviso con gli omologhi Gruppi delle altre organizzazioni di categoria: Confartigianato, Casartigiani, Ance, Apindustria Giovani, Confagricoltura Giovani, Confcooperative e Ordine degli Ingegneri, Ordine degli architetti, con la sponsorizzazione della Camera di Commercio e di altre importanti realtà.

Il progetto prepara i futuri imprenditori attraverso innovativi momenti formativi, in un mix di teoria ed esperienze sul campo. Tema di quest’anno: “Agire sostenibile, strumenti per l’impresa in evoluzione”.

Quattro gli incontri in programma: sabato 26 settembre (“Ottimizzare per la sostenibilità” all’area 127 di Ronco all’Adige), sabato 24 ottobre (“Il valore della sostenibilità” alla cooperativa sociale Monteverde di Badia Calavena), sabato 7 novembre (“Sostenibilità applicata” al Museo Nicolis di Villafranca) e venerdì 27 novembre (“Comunicare la sostenibilità”, cantina Rocca Sveva di Soave). Un’occasione per crescere, fare sistema e ampliare i propri orizzonti.

Email inviata con successo

Verona Beat in tour con due serate

25/08/2020 12:15

Due serate consecutive di beat nel Parco Centrale di Albaredo d’Adige e al Castello di Villafranca venerdì 28 alle 20.30 e sabato 29 alle 21 con due cast differenti, sono la quinta e sesta tappa di «Verona Beat in Tour 2020», che sta riscuotendo un grande successo di pubblico con la sua allegra carovana itinerante. Ad Albaredo, grazie al sindaco Giovanni Ruta e alla Pro Loco, il promoter Giò Zampieri può presentare uno spettacolo di grande impatto con Flower Power, Evasi, Blue Sky e Una ragazza in 2. A Villafranca invece, grazie al sindaco Roberto Dall’Oca, all’assessore alla Cultura, Claudia Barbera, e agli sponsor Bissoli e Pachera assicuratori, si può mettere in scena un evento di tutto rispetto con White Shadows, Ricki e le Perle, Pop Crack Band e Riders. Debora Farina e Fabien Generation sono le voci dei Flower Power, una band di grande impatto con il suo repertorio beat psichedelico e gli ottimi musicisti dell’organico, con Gianluca Rama (chitarra), Nicola Dal Corso (basso), Moreno Piccoli (pianoforte) e Andrea Strazieri (batteria). Gli Evasi schierano Giorgio Tonello (chitarra e voce), Renato Tonello ( basso), Fernando Passaia (batteria) e un nuovo giovane chitarrista. I Blue Sky si aggirano nel territorio del blues psichedelico, con la cantante Susanna Verzin ad interpretare Janice Joplin, Francesco Zamperini voce maschile, Gianni Verzin al basso, Davide Castellari batteria, Gianluca Gamberoni chitarra. Una ragazza in 2 è la formazione sessantiana della cantante Giuliana Bergamaschi che ha riscosso un clamoroso successo a Verona Beat al 2 Laghi di Lazise la settimana scorsa. White Shadows, con Roberto Genovesi (voce), Lucio Erlati (chitarra), Roberto Rezzadore (chitarra), Giorgio Cottini (basso), Luca Righetti (tastiere), Stefania Parisotto (voce) e Gianpaolo De Bastiani (batteria). I fratelli Riccardo «Riki» (tastiere) e Claudio (voce) Bertolini con Patrizio Bertolini (batteria), la ventenne Elena Ferrarese (chitarra) e Fabio Tegazzini (basso) formano la nota band Riki e Le Perle. Pop Crak Band, formata da Maurizio e Patrizio Bello (chitarra e voce, tastiera), Adolfo Bonati (batteria), Pavel Ivanov (chitarra) e Nicola Vesentini (basso). I Riders sono un complesso originario di Avesa dell’inizio degli anni Sessanta, che oggi schierano: Maurizio Bello (voce e chitarra), Carletto Gazzabelli (chitarra), Andrea Strazieri (batteria) e Giancarlo Beconcini (basso).

Email inviata con successo