IL RATING DI LEGALITA'

Veronamercato, tre
stelle di riconoscimento

01/08/2020 12:20

Veronamercato s.p.a., Ente gestore del Centro agroalimentare di Verona, uno dei maggiori centri in Italia e in Europa per movimentazione dei prodotti deperibili freschi, prosegue nella sua politica di sviluppo delle attività grazie anche ai nuovi investimenti realizzati a completamento della struttura mercatale che consente agli utenti di operare in tutta sicurezza preservando la qualità delle merci. Un’attività, quella di Veronamercato che tiene conto della propria natura giuridica di Società per azioni privata in controllo pubblico ai sensi della Legge 175/2016: i soci pubblici sono il Comune di Verona (75%) e la Camera di Commercio di Verona (8%) che detengono assieme l’83% del capitale. Il rimanente 17% è posseduto da Istituti di credito, Fondazione Cariverona, Operatori concessionari, Cooperativa Facchini, Produzione, Confcommercio, Aeroporto Catullo.

La gestione è affidata ad un Consiglio di amministrazione di 5 membri. Il personale dipendente conta di 22 unità tra cui un dirigente (direttore e datore di lavoro), 4 quadri, 12 impiegati e 5 custodi. In forza della propria natura giuridica la Società, a partire dal 2013, ha intrapreso un percorso ambizioso sviluppato in due direzioni: la definizione ed adozione di un nuovo sistema di gestione da un lato e la richiesta del rating di legalità dall’altro. Così, passo dopo passo, il sistema di gestione ha ottenuto la certificazione di salute e sicurezza sul lavoro, ambiente, qualità e – prima società della provincia di Verona – prevenzione della corruzione; inoltre, dal 2011, Veronamercato si è dotata di un Modello di organizzazione, gestione e controllo conforme al d.lgs. 231/01.

Il rating di legalità negli anni ha ottenuto progressivamente il riconoscimento di due stellette, quindi due stellette ++ e la notizia di questi giorni, tre stellette, il punteggio massimo rilasciabile dall’AGCM (Agenzia Garante della Concorrenza e del Mercato).

Grande soddisfazione da parte del Presidente Andrea Sardelli, di tutto il Consiglio di amministrazione, Diego Begalli, Gianni Dalla Bernardina, Adele Biondani ed Elisabetta Molon e del direttore Paolo Merci a sottolineare il lavoro costante e attento del Consiglio, di tutto il personale e collaboratori dell’Ente.

Sardelli in particolare sottolinea come certificazione anticorruzione 37001:2016 e rating di legalità tre stelle rappresentino un risultato che nessuna società partecipata, non solo a livello locale, ha finora conseguito e testimoniano la grande attenzione e sensibilità del Consiglio di amministrazione e del personale della Società, nell’interpretare con responsabilità il ruolo di Ente in controllo pubblico.

D’altra parte, il direttore Paolo Merci sottolinea la bontà del percorso intrapreso in entrambe le direzioni, certificazioni e rating di legalità, con i risultati ottenuti che confermano la continua ricerca di miglioramento da parte del personale dell’azienda che opera ormai come una squadra sempre affamata di nuovi ambiziosi traguardi.


 
Nessun commento per questo articolo.