ZAIA IN CONFERENZA

"Casi dall'estero,Veneto
è una Regione sicura"

04/07/2020 12:45

"Abbiamo fatto più di un milione di tamponi. Le persone che hanno avuto contatti con il caso di ritorno dalla Serbia sono stati messi in isolamento fiduciario. Il paziente zero serbo pare che sia deceduto, ma spero non sia vero. Tra i nuovi casi la maggior parte sono contagi venuti da fuori dal Veneto. La quarantena per chi viene da fuori? La decide il Governo, non la Regione. Tso? C'è un vulnus legislativo: va chiarito fino in fondo, davanti a casi di postivi con sintomi che rifiutano il ricovero bisogna agire. Ho parlato con il ministro Speranza e anche lui riconosce che il tema del trattamento sanitario va chiarito fino in fondo. Il Veneto, ribadiamo è una regione sicura". Così Luca Zaia, nella conferenza stampa, di sabato mattina a Marghera.

"Ieri abbiamo parlato di un cluster, di un focolaio, con 5 positivi. Nonostante qualcuno abbia buttato benzina sul fuoco, ricordo che abbiamo importato il virus da una persona che è andata in Serbia e ce lo ha riportato". Lo ripete il governatore del Veneto Luca Zaia. "Il Veneto non ha mai ripreso l'onda dei contagi. Vedo che c'è una sorta di volontà a livello nazionale che non è tanto coerente con quanto accaduto. Il virus non è nato in Veneto".


 
Nessun commento per questo articolo.