PRIMARI

Medici Anpo ringraziano
il professor Crisanti

24/05/2020 18:25

"In questa terribile emergenza sanitaria che ci sta sconvolgendo l'esistenza, come Presidente Anpo dell'Azienda sanitaria di Padova, voglio manifestarle pubblicamente il profondo ringraziamento, a lei al personale della Microbiologia e a tutti gli operatori dell'Azienda Ospedale-Università di Padova per il prezioso lavoro che quotidianamente svolgono e che non diventa certo più facile in questa 'seconda' e 'terza fase' dell'emergenza". Lo scrive in una lunga lettera aperta Giampiero Avruscio Presidente Anpo (primari) Azienda Ospedaliera Padova dopo le polemiche innescatasi con la Regione del Veneto sull'emergenza Covid-19. "Oggi la Sua intuizione di rivolgere gli sforzi verso l'individuazione degli asintomatici positivi è considerata non 'originale' - scrive Avruscio -, ovvero di poco merito rispetto alle azioni messe in atto dalla Regione. Eppure ha dovuto manifestarla apertamente da scienziato in modo controcorrente rispetto alle linee guida del Ministero di procedere ad eseguire il secondo tampone 'a tappeto' della popolazione di Vò". "A lei - prosegue - già in gennaio la stessa Regione del Veneto ha contestato la sua azione tesa a verificare, con un 'test tampone veloce' che fino a quel momento nessuno aveva ancora posto in essere". "Il Presidente Zaia ha ritenuto quindi di mettersi nelle stesse sue condizioni, 'controcorrente' - rileva - rispetto alle disposizioni Ministeriali, senza che ci fossero indicazioni nazionali o internazionali che autorizzassero simile operazione".


 
Nessun commento per questo articolo.