RINVIATA STAGIONE 2020

Festival Arena 2021
aprirà con l’Aida

05/05/2020 13:40
Il 98° Arena di Verona Opera Festival posticipato all’anno prossimo a causa dell’emergenza sanitaria si aprirà il 19 giugno 2021 con un’edizione di Aida in forma di concerto, 43 le serate in cartellone. “Sarà un omaggio per il 150° anniversario della prima rappresentazione dell’opera di Giuseppe Verdi al Cairo” ha spiegato la sovrintendente della Fondazione Arena di Verona, Cecilia Gasdia.

“Avevamo previsto - ha aggiunto - una nuova produzione di Aida, ma considerato che la stagione del 2020 è diventata quella del 2021 proporremo l’allestimento firmato da Franco Zeffirelli e la nuova produzione andrà in scena nel 2022”.
“Aida in forma di concerto avrà un cast eccezionale di artisti e sarà proposta per due serate”. Il direttore generale della Fondazione Arena, Gianfranco De Cesaris, ha confermato che “la massima capienza per ls serate che stiamo allestendo ad agosto 2020 sarà di tremila spettatori”.

La distanza interpersonale di un metro sarà fatta rispettare non solo quando gli spettatori saranno seduti in Arena sulle gradinate, ma anche nelle fasi di accesso al più grande teatro all’aperto del mondo. “E’ evidente - ha sottolineato il sindaco di Verona, Federico Sboarina - che l’Arena è ancora un cantiere, l’epidemia ci ha colpito nel pieno dei lavori, non c’è stata la possibilità di fare prove e ci siamo dovuti preparare rispetto a quello che rappresenta in Festival lirico per la città e per l’indotto economico che genera. Ricordo che venivamo da un’edizione record, nel 2019, che ha in 51 alzate di sipario ha generato una vendita di oltre 426mila spettatori con quasi 27milioni d’incasso alla biglietteria”.

“Biglietteria - ha osservato il dg De Cesaris - che si è completamente azzerata a partire dal 23 febbraio quando è scoppiata a tutti gli effetti la pandemia”. La musica e il mondo dello spettacolo devono trovare da Verona un segnale forte di fiducia e di ripartenza. Abbiamo combattuto per questo progetto ‘Nel cuore della musica’ che andrà in scena nei week-end di agosto 2020. Diciamo pure che entreremo a riveder le stelle” ha concluso Cecilia Gasdia.

 
Nessun commento per questo articolo.