IL RIEPILOGO

Le iniziative della Lega
a Verona e Provincia

06/04/2020 18:35

Stop alle tasse, rimborsi delle rette dell’asilo, consegne a domicilio, task force contro il rialzo dei prezzi, numeri telefonici per il supporto psicologico, servizi ad hoc per bimbi e anziani e perfino per accudire gli animali domestici a rischio abbandono. Sono alcune delle iniziative che i sindaci leghisti del Veneto hanno messo in campo in queste settimane di emergenza. La Lega ha circa 800 primi cittadini in tutta Italia, di cui 138 nella regione governata da Luca Zaia.

Matteo Salvini ha dichiarato: “Da Nord a Sud, sono orgoglioso dei nostri amministratori che confermano il buon governo della Lega. Sto continuando ad ascoltare il territorio, anche in Veneto, per risolvere problemi e offrire soluzioni come per la spedizione di marmo”.

VERONA

L’assessore al commercio Nicolò Zavarise, che è anche commissario provinciale della Lega, ha messo a disposizione della Croce Rossa 30 giovani volontari della Lega, sempre alla Croce Rossa ha donato 200 mascherine chirurgiche. Altre 450 mascherine di questo tipo sono state consegnate ai tassisti, insieme a una dotazione di guanti e copritestiera.

Ha inoltre organizzato il progetto “momento della gentilezza”, d’intesa con Confcommercio, Confesercenti e Croce Rossa, per consegnare generi alimentari coinvolgendo le botteghe del territorio. L’assessore Zavarise ha inoltre messo in rete le botteghe alimentari, quartiere per quartiere, predisponendo un paniere di beni a prezzo fisso per gli abitanti. Ad ogni consegna del paniere il cittadino riceve anche due mascherine.

COLOGNA VENETA (PROVINCIA DI VERONA)

Il sindaco Manuel Scalzotto ha distribuito mascherine alla cittadinanza, ha organizzato una rete di sostegno agli anziani e alle persone con fragilità, con un particolare servizio di recapito a casa della spesa. E’ stato inoltre diffuso il supporto psicologico con numero dedicato. Il primo cittadino ha inoltre garantito la propria disponibilità per supportare le edicole nella consegna dei quotidiani a casa. Scalzotto ha inoltre adottato un’ordinanza restrittiva a tutela della salute pubblica e per la massima prevenzione e ha organizzato turni della polizia locale per l’intensificazione dei controlli su strade e in prossimità degli esercizi commerciali aperti. Cologna Veneta sta inoltre mettendo in atto una procedura per farsi carico degli animali d’affezione che hanno lasciato i padroni ricoverati a causa del virus.

LEGNAGO (PROVINCIA VERONA)

Il sindaco Graziano Lorenzetti, con l’assessore al Commercio Nicola Scapini, oltre alla consegna delle mascherine, in collaborazione con Alpini e protezione civile, hanno distribuito mascherine alla cittadinanza. Inoltre, d’intesa con la locale pro-loco, hanno distribuito personalmente agli anziani del Comune e alle persone con disabilità un ‘kit spesa’ con i generi alimentari di prima necessità. Il kit è gratuito, offerto dal Comune. Una banca locale ha donato alcuni fondi che consentiranno, due volte alla settimana, di continuare a consegnare alle persone con fragilità il paniere di beni. Gli amministratori della Lega hanno inoltre creato una vetrina online gratis a disposizione delle attività del territorio. Chi si iscrive alla piattaforma può esporre virtualmente e vendere online i propri prodotti. Il Comune ha inoltre convogliato su ospedale e casa di riposo le donazioni ricevute. Con l’associazione panificatori di Verona il Comune metterà a disposizione di medici, infermieri e personale sanitario cento panini, consegnati freschi ogni mattina, con la collaborazione della locale pro-loco.

CONCAMARISE (PROVINCIA VERONA)

Il sindaco Cristiano Zuliani ha distribuito, col gruppo consiliare, le mascherine in due diverse tranche. Organizzato, inoltre, un servizio di consegna a domicilio di generi alimentari contando sulla collaborazione delle botteghe locali. Il Comune ha inoltre messo a disposizione dei più piccoli un corso online di cucina e musicoterapia per bambini.

ANGIARI (PROVINCIA VERONA)

Il sindaco Antonino Puliafito ha attivato un numero di telefono del Comune per la consegna di farmaci e spesa a domicilio, ha inoltre coinvolto anche i commercianti ambulanti per portare frutta e verdura fresche a casa dei cittadini. Per chi ha l’orto è prevista anche la vendita porta a porta di piantine

CEREA (PROVINCIA VERONA)

Il sindaco Marco Franzoni ha rimborsato le rette di marzo delle scuole paritarie e degli asili nido comunali e ne ha deciso la sospensione da aprile. Sospese anche tutte le imposte comunali. Da subito il primo cittadino ha consegnato le mascherine e organizzato un servizio di consegna a domicilio di generi alimentari e medicine per le persone in difficoltà.


 
Nessun commento per questo articolo.