LE PAROLE DI SBOARINA

Riprendono i lavori
sulle strade veronesi

06/04/2020 18:10

Ripresa dei lavori di asfaltatura strade, di cura del verde cittadino e delle manutenzioni nelle scuole cittadine. Nel tentativo di sfruttare al meglio il complessivo rallentamento, a causa del Covid-19, della circolazione di persone e di mezzi, in città, e la chiusura forzata di tutte le strutture scolastiche, il sindaco Federico Sboarina ha dato mandato, oggi in giunta, agli assessori alle Strade Marco Padovani e ai Lavori pubblici Luca Zanotto, di riprendere tutti gli interventi in corso d’opera o programmati.

Lavori su strade, marciapiedi e segnaletiche. Proseguono questa settimana gli interventi per la ricolorazione di strisce pedonali, stop, linee continue e discontinue, su via del Pontiere, breccia Cappuccini, Porta Palio, via Tombetta, via Legnago, via Palazzina. Da oggi, invece, per una sola giornata, lavori di manutenzione del manto stradale in via Vigasio, all’incrocio con via Mezzacampagna. Le asfaltature proseguiranno domani e mercoledì 8, in via Mantovana, all’incrocio con via Albere; giovedì 9 e venerdì 10, in alcuni tratti di via Sommacampagna in zona Quadrante Europa.

Sfalcio dell’erba. I lavori, effettuati da Amia, riguardano tutte le aree verdi cittadine. Oltre allo sfalcio dell’erba, urgente o indispensabile per motivi di igiene pubblica e di sicurezza, l’intervento consentirà di eliminare situazioni di pericolo, come la scarsa visibilità lungo le strade e di tutelare l’ambiente, compreso il patrimonio storico-artistico di Verona.

“Fino a poco tempo fa, causa il fermo invernale nelle asfaltature e poi il blocco delle forniture dovute al Coronavirus – ha spiegato il sindaco nel consueto punto stampa in streaming –, non è stato possibile avviare i cantieri. Adesso pur con i limiti imposti dall'epidemia, iniziamo a riprendere. Bisogna sfruttare proficuamente questo momento, per lavorare con il minor impatto possibile sulla città. Da oggi, infatti, anche gli operatori di Amia sono impegnati nella manutenzione del verde in parchi, giardini, aree pubbliche, rotonde, isole spartitraffico e cigli della strada. Sono queste le zone in cui lo sfalcio dell’erba è fondamentale per garantire l’igiene pubblica e la sicurezza. Infine, sfruttando questa inevitabile ed anticipata chiusura delle scuole, si potrà dare avvio a interventi di manutenzione programmati, oltre alla ripresa di alcuni cantieri già in corso di realizzazione".

Divieti, controlli e comportamenti. Positiva, per tutto l'ultimo fine settimana, la risposta della cittadinanza ai divieti di spostamento imposti per limitare la diffusione del virus. Dai controlli avvenuti in città e nei quartieri, infatti, è stata registrata una quasi totale assenza di cittadini fuori casa senza una precisa motivazione. Delle 321 persone controllate, effettuate solo 5 sanzioni. Incrementate, comunque, le verifiche su tutto il territorio. Solo per la giornata di ieri, infatti, realizzati 132 interventi a seguito di segnalazioni telefoniche che, spesso, risultano però fasulle o inutili.

Rafforzati anche i posti di controllo stradale. Stamattina predisposti anche in tangenziale, nel tratto che collega Verona a Bussolengo, poco prima dell’uscita per il casello autostradale. Fermati complessivamente molti veicoli, con oltre 150 autodichiarazioni ritirate. Un prova generale importante, in vista del prossimo weekend di Pasqua e di Pasquetta.

“Nonostante le belle giornate primaverili di quest’ultimo fine settimana – ha sottolineato il sindaco –, la città ha risposto bene ai molti appelli di rimanere a casa. Una dimostrazione di responsabilità importante, confermata anche dai controlli effettuati dalla Polizia locale che, dalla totalità degli oltre 300 fermati, ha registrato solo l’1,6% fuori regola. Ringrazio tutti i cittadini per il grande sforzo finora sostenuto, ma, anche in vista della prossima domenica di Pasqua e lunedì di Pasquetta, chiedo a tutti di non mollare. Dobbiamo continuare con il massimo impegno possibile e ridurre al minimo gli spostamenti. Per nessuno è facile rinunciare ad uscire, ma solo lo sforzo di una comunità unita può consentirci di tornare quanto prima alla normalità”.


 
Nessun commento per questo articolo.