LE PAROLE DI GIRARDI

Dramma Case di Riposo:
60 morti a Verona

06/04/2020 12:00

Sono 60 gli anziani deceduti nelle Case di riposo veronesi (25 sono morti all'interno della struttura e 35 invece negli ospedali). Tra gli operatori sanitari, all'interno delle case di riposo scaligere, sono 105 i positivi (più 95 in quarantena perché sono venuti a contatto con casi positivi). 332 sono gli anziani coinvolti (254 positivi e 19 ricoverati al momento). Sono questi i drammatici numeri che ha dato il Dg dell'Ulss 9 Pietro Girardi nell'ultima conferenza stampa in streaming sull'Emergenza Coronavirus, che sta colpendo duramente le Case di riposo.

"Stiamo intervenendo per supportare l'igiene pubblica in tutte le case di riposo e stiamo operando nelle strutture in maggiore difficoltà. Stiamo procedendo con il piano annunciato nei giorni scorsi - ha detto Girardi - e a breve faremo una videoconferenza con tutte le direzioni delle case di riposo per verificare la situazione del personale. Creeremo un elenco per gli operatori che si offrono di lavorare nelle case di riposo e che verranno assunti".

Girardi ha continuato: "In alcune strutture ci sono situazioni di carenza di infermieri, anche se gli standard minimi al momento sono garantiti. 29 strutture su 73 in provincia hanno casi di Coronavirus tra anziani e operatori sanitari, molte case di riposo stanno fortunatamente reggendo. Continuiamo con i tamponi, abbiamo eseguito tamponi anche in carcere, non solo nelle case di riposo".

"Stamo integrando l'importante fornitura di mascherine della scorsa settimana alle case di riposo con camici e ulteriori mascherine. Sui tamponi, è partito il laboratorio di San Bonifacio e a breve anche a Villafranca che ci permetterà di essere veloci nella tempistica dei risultati" ha concluso Girardi.


 
Nessun commento per questo articolo.