BILANCIO

Croce: Il balzo di Agsm
grazie a gara nel 2018

28/03/2020 18:50

“Per onestà intellettuale e senza alcuna nota polemica: l’incremento di fatturato del 2019 di Agsm arriva dalle gare Consip aggiudicate nel 2018 e poi fatturate nel 2019. Rammento che sono stato presidente fino a metà aprile”.

Michele Croce, ex presidente del Gruppo multiutility del Comune di Verona, commenta così l’impennata di ricavi e di utili annunciata da Agsm con il bilancio 2029 approvato ieri dal Cda della capogruppo.


“L’esito della gara - ricorda l’avvocato Croce - che ha assegnato ad AGSM Energia – la società commerciale del Gruppo AGSM che opera nel settore della produzione e distribuzione di energia elettrica e calore, distribuzione di gas e servizi di telecomunicazioni - l’erogazione di energia elettrica alle amministrazioni pubbliche di Toscana e Lazio (con esclusione della provincia di Roma) e gas alle amministrazioni pubbliche di Calabria e Sicilia è stato confermato da lettere di aggiudicazione il 16 e 19 novembre 2018”.


“In una nota all’inizio di dicembre 2018 - prosegue l’ex presidente - sottolineavo che l’aggiudicazione di questa importante fornitura permetteva di compiere un importante passo nella direzione della crescita”.

Michele Croce ricorda che “la fornitura di energia elettrica durerà fino a 18 mesi e riguarderà 12mila punti di fornitura per un totale annuo di circa 950 milioni di kWh e ricavi attesi, secondo la stima di Consip, per 166 milioni di euro. La fornitura del gas durerà 12 mesi e interesserà 800 punti di fornitura per un totale di 35 milioni di mc e ricavi attesi, secondo la stima Consip, di 23 milioni di euro”.


 
Nessun commento per questo articolo.