LAVORO

Coronavirus, da Everel
benefit per i dipendenti

19/03/2020 17:02

Everel Group utilizza l’arma della responsabilità sociale per combattere il virus. L’azienda di Valeggio sul Mincio, leader nella produzione e fornitura di componentistica elettromeccanica per le più rinomate aziende di elettrodomestici e le principali case automobilistiche al mondo, ha costruito a tempo di record un pacchetto di benefit per tutti i propri collaboratori, con validità retroattiva dal 9 marzo fino alla fine dell’emergenza coronavirus.


Ai dipendenti vengono assicurate: polizza sanitaria assicurativa che salvaguardi la salute dei propri dipendenti e la continuità del business aziendale; maggiorazione del salario del 25% per ogni giorno lavorato presso la sede di Valeggio sul Mincio; bonus baby sitter del valore di 150 euro settimanali per ogni figlio under 14; presenza settimanale del medico competente a disposizione per consulti.

Inoltre con il notiziario giornaliero Everel Informa vengono informazioni tematiche a carattere nazionale e di aggiornamento continuo sulle attività precauzionali in Azienda ed è attivato un intervento massivo specializzato di sanificazione nei locali aziendali, pur non in presenza di casi di contagio.

Per permettere ad una squadra di pulizie specializzata di sanificare con prodotti appositi l’intero stabile, Everel ha chiuso l’attività per tre giorni consecutivi, fino a venerdì 20 marzo.


“L’occasione della chiusura collettiva è anche un momento per recuperare il più possibile serenità e fiducia nel futuro: per questo motivo, l’Azienda ha deciso di regalare questi tre giorni ai propri dipendenti, senza scalare ferie o permessi dal monte ore di ciascuno” ha dichiarato Enrico Zobele, chairman di Everel Group.  

“Abbiamo creato questo pacchetto - ha concluso - per dare un segnale tangibile e concreto alle nostre persone che Everel c’è, protegge e ringrazia i propri collaboratori, il capitale più importante di cui un’Azienda possa disporre, in un momento così complesso e critico, siamo tutti chiamati a fare la nostra parte con grande senso di responsabilità”.


 
Nessun commento per questo articolo.