CORONAVIRUS

Borchia: Stage sospesi
studenti da aiutare

26/02/2020 22:01
“Il Parlamento Europeo rifonda le decine di tirocinanti italiani vincitori delle borse di studio Schuman lasciati a casa con una mail a pochi giorni dall'inizio dello stage. Ragazzi che hanno già speso migliaia di euro per voli, caparre per la casa e in molti casi lasciato i propri posti di lavoro". La denuncia è dell'europarlamentare della Lega, Paolo Borchia, in merito alla decisione di Bruxelles di sospendere i tirocini delle borse di studio Schuman a chi ha viaggiato negli ultimi 14 giorni in Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte, le quattro zone considerate a rischio Coronavirus.

"E' inaccettabile che a fronte di nessun controllo, il Parlamento Europeo stia penalizzando dei giovani che hanno aderito agli stage che la stessa Eurocamera propone attraverso i propri organi. Una decisione fortemente discriminatoria e drastica che mette in difficoltà non solo il loro futuro, ma anche il loro presente. Chi doveva iniziare a marzo si era già procurato appartamento e volo, e c'è chi ha lasciato il lavoro. Ora chi li rifonderà?" si chiede Borchia, che da Washington, dove si trova per il Cpac, ha già scritto al presidente dell'Europarlamento Sassoli per rivedere il provvedimento che di fatto posticipa alla prossima data disponibile, il mese di ottobre, l'inizio degli stage.

"Imporre questo criterio è assurdo, la prevenzione non deve essere confusa con la discriminazione, anche perchè" conclude Borchia "sarebbe bastato applicare quanto previsto per i funzionari ed il personale presente a Bruxelles, ovvero 15 giorni di quarantena e tele-lavoro".
 
Nessun commento per questo articolo.