LA NOTA DELLA REGIONE

Regione Veneto
risponde al M5S

22/02/2020 19:13
“L'effettuazione di esami per ricerca di SARS-CoV-2 in soggetti asintomatici rientranti dalla Cina negli ultimi 14 giorni, non è indicata da alcuna circolare del Governo Italiano né da raccomandazioni internazionali". Lo precisa in una nota la Direzione prevenzione della Regione del Veneto, in relazione - spiega - "ad alcune dichiarazioni di esponenti del Movimento 5 Stelle su una presunta volontà della Direzione generale sanità di non sottoporre a test diagnostici per coronavirus i soggetti asintomatici rientranti dalla Cina".

Nella nota della Regione anche la puntualizzazione del prof. Crisanti, direttore dell'Unità di Microbiologia e Virologia dell'Azienda Ospedaliera di Padova, il quale precisa come alcune sue dichiarazioni fossero state state in parte fraintese, volendo invece puntualizzare "unicamente la sua preoccupazione di identificare precocemente i soggetti portatori del virus, alla luce anche di una recente pubblicazione scientifica del New England Journal of Medicine".

Lo stesso articolo del New England - sottolinea la direzione prevenzione regionale - "è stato successivamente posto in discussione dalla stessa comunità scientifica, poiché sono emersi nuovi elementi che hanno portato a ridiscutere il caso presentato, in quanto è stato messo in dubbio che si trattasse realmente di trasmissione di virus in soggetto asintomatico".
 
Nessun commento per questo articolo.