PARTE MANIFESTAZIONE

Verona in Love contro
la violenza sulle donne

12/02/2020 15:50

Tutti in piazza vestiti di rosso per dire no alle violenza sulle donne e festeggiare insieme i valori positivi dell’amore. Prenderà il via così, giovedì 13 febbraio in piazza dei Signori alle ore 16, l’edizione 2020 di “Verona in Love – Se ami qualcuno portalo a Verona”. Ad aprire l’ampio calendario appuntamenti l’evento Lady Day, lo spettacolo di musica, danza e teatro durante il quale sarà presentata la campagna contro la violenza di genere “Questo non è amore”.

La tradizionale manifestazione cittadina per San Valentino sarà inaugurata alle 18, in piazza dei Signori, dal sindaco Federico Sboarina, insieme al presidente di Agsm Lighting Filippo Rigo, che in diretta accenderà le luminarie dedicate all’amore. Per sostenere Lady Day il pubblico è invitato a partecipare con indosso un capo o un accessorio in rosso. Basterà infatti un cappotto oppure una sciarpa, un paio di scarpe od un cappello per testimoniare il proprio dissenso contro la violenza di genere.

Sul palco le cantanti Veronica Marchi, Irene Fornaciari, Caterina Cropelli e Lucia Miller, l’attrice Elisabetta Fadini e la ballerina Elisa Cipriani. A condurre la dj e speaker radiofonica a RTL 102.5 Francesca Cheyenne. Le esibizioni musicali saranno intervallate dalla lettura di lettere, testimonianze e racconti forniti dalla “Fondazione Famiglia Materna”, che lavora da anni sulla violenza di genere.

Sul palco, alle 18.30, anche l’assessore alla Cultura e Pari opportunità Francesca Briani, che porterà la testimonianza dell’impegno della città contro la violenza sulle donne. Previsti inoltre gli interventi di Emanuela Skulina, una delle responsabili della Fondazione Famiglia Materna, che spiegherà le attività svolte in favore di donne in difficoltà e Vanessa Pellegrino, Commissario Capo della Polizia di Stato, che parlerà della loro campagna di sensibilizzazione contro la violenza di genere “Questo non è amore”.

“Sono molto lieta che Verona in Love ospiti un progetto così importante - sottolinea l’assessore Briani –, che ha come obiettivo un tema che rappresenta una delle priorità dell’Amministrazione. La nostra città è fortemente impegnata nel prevenire e contrastare la violenza contro le donne, attraverso servizi eccellenti, primo fra tutti, il Centro antiviolenza Petra. Un’attività sociale di straordinaria importanza, che sul territorio cittadino ha portato alla costituzione di una fitta rete di assistenza ed aiuto in cui, da anni, operano in positiva collaborazioni tante istituzioni e associazioni pubbliche e private”.


 
Nessun commento per questo articolo.