Opportunità di lavoro nei parchi divertimento

17/02/2020 17:35

Lavorare nei parchi divertimento in Italia e all’estero. E’ questa l’ultima opportunità offerta con gli incontri di promozione lavoro realizzati dal Comune di Verona. L’appuntamento è per giovedì 20 febbraio, dalle ore 16 alle 18, allo Spazio Informativo del Servizio Promozione Lavoro, di via Macello.


La partecipazione è gratuita, con iscrizione obbligatoria entro mercoledì 19. L’iscrizione potrà essere effettuata tramite modulo online, oppure passando al Servizio Promozione Lavoro nei giorni di apertura al pubblico.


L’appuntamento è aperto a tutti i giovani di età compresa tra i 18 e 35 anni che hanno un interesse per il settore turismo e in particolare per i parchi tematici e divertimento. I partecipanti dovranno conoscere la lingua inglese o tedesca e avere una certa predisposizione al contatto con il pubblico.


Nell’incontro saranno presentati gli aspetti tecnico-lavorativi del settore turistico, con una presentazione generale delle attività del Lago di Garda, delle tipologie contrattuali maggiormente utilizzare e delle modalità per candidarsi.


Si parlerà inoltre di parchi tematici e di divertimento, con la presentazione dei profili e competenze richieste per lavorare in Manpower e HB Leisure, importanti agenzie specializzate dei settori dell’animazione. I partecipanti avranno l’opportunità di farsi conoscere e di presentare la propria candidatura.

Saranno accolti fino ad un massimo di 30 partecipanti in base alla data di iscrizione.


Per maggiori informazioni contattare il Servizio Promozione Lavoro al numero 045.8078782 o per email: [email protected]; oppure visitare il sito https://www.comune.verona.it/nqcontent.cfm?a_id=67666

Email inviata con successo

L'educazione di un fascista in Sala Lucchi

17/02/2020 17:29

Appuntamento martedì 18 febbraio in Sala Lucchi per la presentazione dell'ultimo libro di Paolo Berizzi: “L’educazione di un fascista”, alle 18 nella sala di Piazzale Olimpia 3. Intervengono Guido Papalia, Alessia Rotta e Flavio Tosi. Modera Lillo Aldegheri.



Email inviata con successo

Vacanze in campeggio con famiglie con minori

17/02/2020 15:27

Al via la seconda edizione delle vacanze di primavera in campeggio, per famiglie con minori. Da lunedì 17 febbraio, potranno iscriversi all’iniziativa tutti i nuclei familiari residenti nel Comune di Verona con almeno un figlio minorenne.


Si tratta di brevi soggiorni che consentiranno di trascorrere tre o quattro notti, durante le vacanze pasquali e nei giorni del ponte del 1º maggio, in case mobili all’interno di campeggi a 3, 4 o 5 stelle. Le strutture ricettive sono dislocate in varie località di mare, ma anche in prossimità di mete di grande richiamo culturale tra Romagna, Lazio, Toscana e Slovenia. L’iniziativa è organizzata dall’Assessorato al Turismo sociale.


Le case mobili hanno un superficie di circa 25/30 mq e sono composte da una cucina, una camera matrimoniale, una o due camerette con 2/3 letti singoli e un bagno con doccia. Possibilità di soggiorno di 4 notti dal 10 al 14 aprile, con prezzi che variano da un minimo di 119 a un massimo di 169 euro; di una settimana, per il ponte del 1 maggio, da un minimo di 99 a un massimo di 129 euro.


Possibilità d’iscrizione online al sito www.comune.verona.it/turismosociale, mandando una mail all’indirizzo [email protected], oppure telefonando ai numeri 045.8077472 e 045.8077056.

Email inviata con successo

Estravagario al Camploy Risate ed emozioni

15/02/2020 11:51

Allontanarsi dalla Linea Gialla, ultima produzione dell'Estravagario Teatro, scritto da Francesca Mignemi per la regia di Alberto Bronzato, dopo le serate da tutto esaurito all’Arsenale nella rassegna estiva Teatro nei Cortili, torna a Verona, al teatro Camploy, sabato 15 febbraio (inizio alle ore 21) e domenica 16 febbraio (inizio alle ore 16:30).

Lo spettacolo è un mix di battute e momenti toccanti, ma anche una spassosa carrellata di bizzarri personaggi che si ritrovano in stazione per colpa di un treno in ritardo e un mistero da risolvere.

Sul palco 15 attori dell’Estravagario Teatro, compreso il regista Bronzato che è uno dei protagonisti nelle vesti di un istrionico capostazione tuttofare.

La scenografia è di Debora Pozza, le luci di Francesco Bertolini.

Biglietti acquistabili direttamente in teatro (10 euro l’intero, 7 euro il ridotto).

Email inviata con successo

Bambini e famiglie alle prese con la musica

10/02/2020 17:40

Sperimentare, è questa la parola chiave. Assieme a mamma e papà. Prendono il via, nelle prossime settimane, i nuovi laboratori per bambini dai 3 anni in su organizzati dal Comune per offrire alle famiglie momenti di condivisione e di gioco. Al Centro di Riuso Creativo dell’Arsenale sono in programma tre sabati, dalle 10.30 alle 12, all’insegna del divertimento con tanti materiali di riciclo. Un modo anche per riflettere sui cambiamenti climatici.


Il 15 febbraio i bimbi dai 3 ai 10 anni, insieme ai genitori, potranno costruire razzi e navicelle. La mattinata ‘Sos. Terra chiama lo spazio’, porterà i più fantasiosi a immaginare di inviare messaggi d’aiuto fuori dal pianeta terra. Il 29 febbraio ‘Appuntamento al buio’, per mettere alla prova i sensi e le abilità nascoste dei partecipanti come se, all’improvviso, non ci fosse più l’energia elettrica. Infine, il 14 marzo, i piccoli potranno imparare a costruire dei simpatici uccellini colorati da portare a casa, con il laboratorio ‘Cip Cip Cip…stiamo arrivando’. Per partecipare basta inviare una e-mail all’indirizzo [email protected]


Allo spazio famiglie di Corte Molon, invece, tre pomeriggi gratuiti all’insegna della musica per bambini dai 3 ai 6 anni. Mercoledì 19 e 26 febbraio e 4 marzo, dalle 17 alle 18, i piccoli potranno sperimentare e scoprire suoni, ritmi e melodie. Un atelier di educazione all’ascolto e alla musicalità realizzato in collaborazione con la cooperativa sociale Aribandus. Per partecipare è necessario iscriversi entro il 7 febbraio, inviando il modulo presente sul sito www.comune.verona.it all’indirizzo e-mail [email protected]


E per tutte le scuole dell’infanzia, sono ancora aperte le iscrizioni al laboratorio ‘Costruttività e luce’. I bambini, dopo aver visitato il Centro di Riuso Creativo e conosciuto personaggi e figure fantastiche, potranno cimentarsi in attività di riciclo creativo. La luce artificiale sarà utilizzata per realizzare scenari e paesaggi utili a stimolare nuove abilità e competenze. Le scuole possono prenotarsi telefonando al numero 0458492211, il martedì e giovedì dalle 9 alle 18, oppure inviando una e-mail all’indirizzo [email protected]

Email inviata con successo

Veronesi illustri, il musicista Dall'Abaco

10/02/2020 17:23

Si terrà giovedì 13 febbraio, alle ore 17.30 alla Società Letteraria, il terzo appuntamento per il 2020 del ciclo di lezioni sui “Veronesi illustri in Europa e Verona centrale nella storia”. Al centro dell’incontro, tenuto dalla vice direttrice del Conservatorio Musicale di Verona Laura Och, la vita e la carriera artistica del violoncellista e compositore Evaristo Felice Dall’Abaco.


La lezione, che si inserisce in un ciclo di seminari informativi sulla città e sui suoi personaggi celebri, è promossa dall’Associazione dei Consiglieri comunali Emeriti del Comune in collaborazione con l’Università e la Società Letteraria di Verona.


Gli appuntamenti proseguiranno fino a novembre. I prossimi sono: il 28 febbraio il pittore Nicolò Giolfino; il 12 marzo il pittore Pietro Rotari; il 26 marzo Silvia Curtoni Verza e i salotti veronesi fra Sette e Ottocento; il 9 aprile lezione su Maddalena di Canossa; il 23 aprile focus su Felicita Bevilacqua La Masa; il 7 maggio si parlerà dello scrittore Emilio Salgari. Il ciclo di incontri terminerà il 21 maggio con l’approfondimento su Giovanni Zenatello.


Tutte le lezioni sono ad ingresso libero e si tengono negli spazi della Società Letteraria di Verona, in piazzetta Scalette Rubiani 1, con inizio alle 17.30.

Email inviata con successo

Il Carnevale di Bacco e Arianna a Bardolino

10/02/2020 16:40

Sabato 15 febbraio torna a Bardolino l’appuntamento con il carnevale di Bacco e Arianna, l’evento dedicato ai più piccoli che porterà nei vicoli del centro storico e sul lungolago, decine di maschere e gruppi folkloristici provenienti da ogni parte d’Italia. La partenza è prevista alle 14 da Piazzale Gramsci per poi terminare la passerella in Piazza del Porto. Saranno più di 500 in totale le maschere che sfileranno, tra gruppi e comitati, colorando tutto il paese e il lungolago. Come tradizione saranno i bambini i veri protagonisti della giornata, con numerosi punti dove poter attendere il passaggio delle mascherine in compagnia di attrazioni e giochi. In Piazza Catullo, ad esempio, verrà creata una zona ludica con giochi in legno, mentre in Piazza Matteotti il gruppo giovani della Croce Rossa Italiana di Bardolino allieterà i più piccoli con palloncini e trucca bimbi.


Non mancheranno i tradizionali gnocchi Avesani, cucinati e serviti dal gruppo Avis di Bardolino in zona porto, accompagnati dall’immancabile vino Bardolino nelle sue declinazioni Classico e Chiaretto che vedrà alla mescita il Gruppo Alpini locale e dall’Abeo di Bardolino che distribuirà cioccolata calda e merenda a base di pane e Nutella a tutti i presenti.


La sfilata partirà, quindi, da Piazzale Gramsci, proseguirà su via Dante Alighieri, Piazza Lenotti, via Fosse, Borgo Cavour, via Madonnina , via D’Annunzio, lungolago Cipriani, lungolago Mirabello e arriverà in Piazza del Porto dove si terranno anche le premiazioni dei partecipanti sul palco allestito sotto la torre. All’arrivo una giuria popolare esprimerà il proprio giudizio, attribuendo a ciascun gruppo iscritto un punteggio da uno a dieci. Si premieranno la maschera più spiritosa, quella più originale, la miglior coreografia, il gruppo più fantasioso, la miglior scenografia e il comitato più numeroso. Non mancherà anche quest’anno l’etichetta speciale del vino Bardolino Classico dedicata al carnevale. Ad ogni gruppo partecipante verrà donata una bottiglia di vino creata appositamente per l’evento, a tiratura limitata e con un’etichetta unica e particolare che contraddistingue ogni annata del carnevale. L’appuntamento, dunque, è per sabato 15 febbraio a partire dalle 14, per una giornata all’insegna del colore e del divertimento non solo per i più piccoli. In caso di maltempo la sfilata sarà rimandata a domenica 22 marzo con il medesimo programma.

Email inviata con successo

Merende al museo nei panni di Romeo&Giulietta

10/02/2020 16:05

Visite, scoperte e laboratori per imparare divertendosi. Torna sabato 15 febbraio, dalle 16 alle 17.30, “Merende al Museo” l’iniziativa didattica per bambini e adulti, promossa dal Comune in collaborazione con la Cooperativa Le Macchine Celibi. Il prossimo appuntamenti è in programma al “Museo degli Affreschi alla Tomba di Giulietta”.


In occasione della festa di San Valentino sarà il laboratorio “Nei panni di Romeo e Giulietta” a far scoprire, attraverso il gioco, la celebre storia dei due innamorati.


L’iniziativa “Merende al Museo” include per ogni bambino, la visita al museo, il laboratorio didattico e la merenda. La partecipazione è aperta ai bimbi dai 6 agli 11 anni, accompagnati dai genitori o da soli. Posti limitati con iscrizione obbligatoria, al costo di 6 euro per i bambini e 4 euro per gli adulti.


Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare i numeri 045.8036353 e 045.597140, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16, e il sabato dalle 9 alle 13. È possibile scrivere a [email protected]

Email inviata con successo

Il Due Torri nella guida 100 eccellenze italiane

03/02/2020 17:27

Un hotel che custodisce le memorie della città: con questa motivazione il Due Torri entra a fare parte della prima edizione della Guida "100 Eccellenze italiane” firmata da So Wine So Food, testata enogastronomica internazionale, in collaborazione con Forbes Italia. La pubblicazione è stata presentata al MAXXI, Museo Nazionale delle Arti di Roma. Siamo a pochi passi dal balcone di giulietta, da Piazza Bra e dall’Arena: il palazzo del Due Torri Hotel, risalente al 1300, ha attraversato secoli di storia cittadina, dagli scaligeri alla dominazione veneziana, dall’impero Asburgico al Risorgimento, dagli anni spensierati della Dolce Vita ad oggi, ospitando i più importanti personaggi di ogni epoca. Il suo fiore all’occhiello è un patrimonio che ha eguali: gli affreschi dell’Arena Casarini, decorata con le scene del circo equestre dal più rappresentativo maestro affreschista del ‘900: un tesoro inestimabile restaurato e restituito alla città dal Gruppo Duetorrihotels.

Ma non è “solo” la storia ad aver garantito al 5 stelle un posto all’interno della prestigiosa Guida: attento e sensibile al futuro del pianeta, l’hotel promuove pratiche per la tutela dell’ambiente attraverso il progetto green che coinvolge tutti gli ambienti, dalle aree comuni alle camere.

Nella guida alle 100 eccellenze italiane compaiono anche altre gli altri tre hotel che rappresentano i fiori all’occhiello del Gruppo Duetorrihotels il Grand Hotel Majestic “già Baglioni” di Bologna, il Bernini Palace di Firenze e l’Hotel Bristol Palace di Genova. Tra i tratti in comune, il fatto di trovarsi all’interno di palazzi storici che valorizzano il patrimonio culturale e artistico di alcune tra le più belle città d’arte italiane. Tutti sono in pieno centro e vantano un’attenzione estrema al dettaglio di lusso, riscontrabile nella qualità dell’accoglienza, degli arredi, dei servizi.

“Essere tra le pagine di una guida interamente dedicata alle migliori eccellenze italiane è per noi motivo di grande soddisfazione” dichiara Franco Vanetti, General Manager del Gruppo Duetorrihotels. “Dietro questo riconoscimento c’è il lavoro di un team consolidato, che ha saputo sintonizzarsi sui desideri degli ospiti e al tempo stesso valorizzare l’identità di ogni hotel. Le nostre strutture hanno una personalità propria, cresciuta insieme al legame profondo con il territorio, la sua cultura, la sua storia”.

Email inviata con successo

Coldiretti, Da Gps a droni agricoltura

03/02/2020 17:22

Dai sistemi gps all’utilizzo dei droni, dai sensori nei campi alle etichette intelligenti fino ai sistemi di avanguardia nella produzione ecocompatibile, il mercato dell’agricoltura precisione in Italia valeoltre 400 milioni di euro. E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti su dati dell’Osservatorio Smart AgriFood, divulgata in occasione della Fieragricola di Verona dove al padiglione 9 stand 16A e 16B è stato presentato il primo sistema integrato nel Portale del Socio della Coldiretti per la gestione on line dell’azienda agricola con lettura in tempo reale dello stato di salute delle coltivazioni, dati su previsioni meteo e temperature, fertilità dei terreni e stress idrico. Un sistema – evidenzia la Coldiretti - per aiutare gli agricoltori ad ottimizzare le rese e la produttività e affrontare le nuove sfide dei cambiamenti climatici.

L’applicazione Demetra basata sulle tecnologie Abaco presentata da Coldiretti a Verona è il primo software agricolo aperto e condiviso dove i dati raccolti vengono valorizzati come patrimonio a disposizione di tutti. Una vera e propria rivoluzione che porta gli agricoltori direttamente nel mondo dell’agricoltura 4.0 di precisione dotandoli di un sistema avanzato di monitoraggio e controllo indispensabile per una gestione efficiente e sostenibile delle colture in campo. Le nuove tecnologie in agricoltura si applicano anche ai macchinari– spiega Coldiretti – infatti in Italia sono già 1600 le mietitrebbie con sistema di mappatura delle produzioni, mentre sono in continua espansione i trattori con guida satellitare Global Navigation Satellite System.

L’agricoltura 4.0 di precisione rappresenta il futuro dei campi ed entro due anni – sottolinea la Coldiretti - mira a coinvolgere il 10% della superficie coltivata in Italia con lo sviluppo di applicazioni sempre più adatte alle produzioni nazionali su diversi fronti: dall’ottimizzazione produttiva e qualitativa alla riduzione dei costi aziendali, dalla minimizzazione degli impatti ambientali con sementi, fertilizzanti, agrofarmaci fino al taglio dell’uso di acqua e del consumo di carburanti. Le opportunità offerte dall’agricoltura 4.0 con l’utilizzo dei Big Data Analytics e del cosiddetto “Internet delle cose” rischiano però spesso di non poter essere colte a causa dei ritardi nell’espansione della banda larga nelle zone interne e montane. Esiste purtroppo - evidenzia la Coldiretti - un pesante “digital divide” tra città e campagna dove le nuove tecnologie sono uno strumento indispensabile per far esplodere le enormi risorse che il territorio può offrire.

L’obiettivo è introdurre sistemi digitali altamente tecnologici all’interno dei processi produttivi e tecnologie moderne finalizzate ad ottenere l’aumento della produttività accompagnata, però, dalla riduzione dei costi e da un aumento della sostenibilità ambientale. In questa nuova sfida – sottolinea la Coldiretti - l’Italia può anche contare sul sistema dei Consorzi agrari che è già il riferimento di 300mila aziende diffuse capillarmente su quasi tutto il territorio con circa 1300 recapiti, comprese le aree più difficili, ed ha esteso l’operatività, dall’innovazione tecnologica ai contratti di filiera, dalle agroenergie al giardinaggio, dalla fornitura dei mezzi tecnici alla salvaguardia delle sementi a rischio di estinzione.

“Le nuove tecnologie digitali per l’agricoltura 4.0 di precisione sono uno strumento strategico per lo sviluppo delle aziende in un’ottica di una sempre maggiore efficienza ma anche per la sostenibilità ambientale e la lotta ai cambiamenti climatici nell’ambito del grande piano per il Green Deal europeo” conclude il presidente della Coldiretti Ettore Prandini.

Email inviata con successo