LITIGIO CON SPINTONI

Elezioni del Carnevale
finiscono in ospedale

15/01/2020 12:01

Le elezioni del Carnevale per il nuovo Re della Stanga della Croce Bianca finiscono con due persone al Pronto Soccorso. Tantissime persone si sono presentate davanti alla chiesa di Ognissanti, per scegliere il nuovo Re e alla fine ha vinto Mattia Tavormina ma come riporta il Corriere di Verona è scoppiata una lite tra la presidente del comitato, Tania Venturelli, e il sostenitore di un candidato, Nello Cassani.

La Venturelli ha denunciato di essere stata spinta giù dalle scale da uno degli elettori, un gesto che le avrebbe causato una distorsione al collo. Una ricostruzione radicalmente negata dal diretto interessato con accuse e controaccuse via social.

Tutto sarebbe nato, secondo Venturelli: "Quando una persona è stata scoperta a votare per due volte e l’uomo insisteva dicendo che non era vero, ha quindi sbraitato e urlato, minacciando di percosse una delle volontarie e poi ha spinto me per le scale con la forza che un maschio non dovrebbe mai usare su una donna".

La versione di Cassani è differente: "Non ci sto a passare come un mostro. Non ho fatto niente di male, anzi. Sono stato io a essere aggredito. Mi è stato detto che mia moglie aveva già votato anche per me: una spiegazione assurda. A quel punto me ne sono andato, ma ho pensato di fare un video. Mentre salivo le scale sono stato aggredito al collo, ho cercato di liberarmi, non ho spinto nessuno".

Anche l'uomo è andato al Pronto soccorso. Ora la vicenda potrebbe spostarsi dai social alle aule del Tribunale. Intanto la Venturelli ha controreplicato dicendo che non c'è stata nessuna baruffa: "Non ci siamo nemmeno rivolti la parola, ha piuttosto minacciato la ragazza che stava in seggio".


 
  • Maddai

    il 15/01/2020 alle 17:14 “E Il Collare?”
    se non è successo nulla... come ha fatto la signora a farsi male?