L'INTERVENTO DEI CONSIGLIERI DEL PD

Porta Vescovo, "Serve
subito riqualificazione"

14/01/2020 10:41

"Non è vero che difronte al degrado sempre più grave della stazione ferroviaria di Porta Vescovo l’amministrazione comunale non può fare altro che segnalare il problema al tavolo prefettizio della sicurezza. Grazie ad una azione corale e congiunta tra gruppo consiliare comunale Pd, consiglieri regionali, parlamentari, circoli e segreteria cittadina, tra il 2010 e il 2016 avevamo strappato ad Rfi e a Regione Veneto una serie di promesse finalizzate a portare lo scalo a nuova vita. Promesse che ora sarebbe compito dell’amministrazione comunale fare in modo che vengano rispettate". I consiglieri comunali del Pd Stefano Vallani, Federico Benini ed Elisa La Paglia intervengono così sulla situazione di degrado nella zona della Stazione di Porta Vescovo.

"Con un bacino teorico di 80 mila utenti, senza contare studenti e turisti, la stazione ferroviaria di Porta Vescovo ha un potenziale superiore anche ad alcune città venete di capoluogo - continuano i consiglieri - Prima ancora che di nuovi treni, che sicuramente vanno potenziati, il problema riguarda l’assoluta mancanza di qualsivoglia servizio dedicato ai viaggiatori. Da subito si può pertanto cominciare a ragionare con Rfi e Regione Veneto su quali spazi potrebbero essere locati per dare dare servizi ai pendolari e rendere il luogo vivo. Le stazioni ferroviarie devono essere luogo di luce, commercialmente frequentate, in cui pendolari e i turisti si sentano sicuri di accedere. Vogliamo cominciare a discuterne seriamente? Per il prossimo consiglio comunale il consigliere Vallani presenterà una domanda di attualità".


 
Nessun commento per questo articolo.