ADDIO AL COMMISSARIO RASI

Muore a 58 anni
"l'angelo" dell'Antonov

13/01/2020 16:30

Si è spento domenica sera, dopo una lunga malattia, il Commissario Andrea Rasi della Polizia di Frontiera Aerea di Verona. Nato a Padova il 9 ottobre 1961, nel corso della sua carriera professionale ha prestato servizio nelle Questure di Rovigo, Treviso e Verona e nel 1988 è stato assegnato alla Polizia di Frontiera all’Aeroporto Catullo dove ha lavorato fino ai giorni nostri.

Recentemente, il 15 dicembre 2019, in occasione della 24esima Cerimonia di Commemorazione del Disastro Aereo dell'Antonov (il 13 dicembre 1995) in cui persero la vita 41 passeggeri e gli otto membri dell’equipaggio, gli era stata consegnata dall’Associazione Familiari delle Vittime una targa commemorativa: “Per l’indimenticabile calore umano e la sensibilità profuse”. Rasi fu premiato per l’umanità mostrata nelle ore seguenti il disastro aereo nel supportare i parenti diventando un vero e proprio riferimento.

"Il Questore di Verona Ivana Petricca, Il Dirigente della Polaria Roberto Salvo, il Commissario Vincenza Falco ed i colleghi della Polaria e della Questura di Verona lo ricordano con profondo affetto e stima, come un uomo al servizio di tutti fino all’ultimo - scrive in una nota la Questura di Verona - apprezzato e stimato da chiunque lo abbia conosciuto per le sue eccezionali doti morali e professionali che lo hanno reso un grande Servitore della Polizia di Stato. Si stringono con viva commozione al dolore della moglie Daniela, dei suoi tre figli Marco, Jacopo e Anastasia e di tutti i suoi cari".

La cerimonia funebre sarà celebrata a Verona, mercoledì 15 gennaio alle ore 15:30, nella Chiesa di San Bernardino, in Stradone Provolo.


 
Nessun commento per questo articolo.