IL PRESIDENTE NON SI RICANDIDERA'

Fratta Pasini: Ecco
perché lascio Banco BPM

12/01/2020 10:01
Il presidente di Banco Bpm Carlo Fratta Pasini non si ricandiderà al vertice del cda della terza banca italiana, che scade con l’approvazione del bilancio 2019. Fratta Pasini ha spiegato le ragioni della sua scelta in una intervista al Sole 24 Ore. Ha ribadito l’intenzione di far avviare «un nuovo ciclo», che possa evidenziare a stakeholder e mercati «le nuove prospettive aperte alla nostra banca».

Quanto al suo bilancio ventennale, ha parlato di «luci e ombre», ma con luci a prevalere di gran lunga. Quanto al mantenimento della «veronesità» dell’istituto, Fratta Pasini ammette che «la forza gravitazionale di Milano è aumentata notevolmente in questi ultimi anni».

In questo contesto, spera che Banco-Bpm, «quale somma di tante banche locali, sappia mantenere il radicamento sui territori storici di riferimento» anche «continuando a riconoscere alla piazza di Verona il ruolo statutario di sede amministrativa per l’intero gruppo e di riferimento per tutta l’operatività nel Triveneto».

 
Nessun commento per questo articolo.