LA POLEMICA

Lavori filobus, botta e
risposta Croce-Amt

30/12/2019 17:40

Esplode una nuova polemica sulla realizzazione del futuro filobus. Michele Croce e Mauro Bonato di Prima Verona, affiancati dai rappresentati di diversi comitati civici, hanno diffuso una lettera del Ministero dei Trasporti che, in risposta a una domanda dello stesso Croce, afferma che i lavori per realizzare il filobus sarebbero iniziati senza fornire al Ministero la necessaria ed obbligatoria autorizzazione.

Croce e Bonato hanno spiegato che, se così fosse, si tratterebbe di reato penale, ed hanno chiesto al sindaco Sboarina di andare a spiegare alla Procura della Repubblica come siano andate le cose, chiedendo inoltre le dimissioni del presidente di Amt, Francesco Barini.

Amt ha risposto con una nota alle domande di Prima Verona: "Le opere che non hanno ancora ottenuto il nulla osta del Ministero riguardano la variante n.2 e di conseguenza non sono ancora iniziate - si legge nel comunicato - Le altre invece sono già state approvate dal Comitato tecnico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e deliberate dal Cipe".

Decade quindi, sostiene Amt, l'ipotesi di illegittimo inizio dei lavori attualmente in corso.


 
Nessun commento per questo articolo.