VAN GOGH SHADOW – DIPINTI ANIMATI

Mostra su Van Gogh
alle Corti Venete

03/12/2019 09:50

Fino al prossimo 8 dicembre Le Corti Venete ospita la mostra “Van Gogh Shadow – Dipinti Animati” di Luca Agnani. L’evento, che gode del patrocinio del Comune di San Martino Buon Albergo, è particolarmente significativo grazie al suo alto valore artistico e didattico.

In “Van Gogh Shadow – Dipinti Animati”, l’artista ha adattato la tecnica del video mapping a dieci fra i più famosi quadri di Vincent Van Gogh. L’idea è nata osservando il dipinto “La camera di Vincent ad Arles” in cui Van Gogh, secondo Agnani, avrebbe voluto esprimere un senso di tranquillità, ma il risultato è invece un senso di angoscia provocato dalle linee nere che contornano gli oggetti e dai colori netti privi di ombre. Studiando i quadri realizzati da Van Gogh nel corso del suo soggiorno ad Arles, Agnani osserva come il pittore, colto dall’impeto di rappresentare le sensazioni che l’ambiente gli trasmette, non si preoccupi di raffigurare fedelmente le luci e le ombre, né di riprodurre la tridimensionalità degli spazi. Grazie all’elaborazione dei dipinti con nuove tecnologie di produzione digitale 3D (video mapping), Agnani ha ricreato le scene dei quadri tenendo conto della luce ambientale reale e quindi delle ombre che gli oggetti e i personaggi avrebbero prodotto interagendo con essa, riproducendo l’opera con tale fedeltà che, come spiega lui stesso, «Se i video fossero proiettati sulle tele originali, si sovrapporrebbero perfettamente». La mostra è già stata ospitata in diversi musei fra cui il Van Gogh Museum di Amsterdam.

La grande installazione è stata allestita nel cuore del centro commerciale, nella zona ristorazione, ed i visitatori vengono guidati all’interno della struttura sulle cui pareti sono posti dieci grandi monitor, ognuno dedicato ad una celebre opera di Van Gogh reinterpretata da Luca Agnani: da “Il ponte di Langlois” a “La casa gialla”, passando da “I girasoli” e “Autoritratto, 1887”, per citare i più noti. I dieci quadri prendono vita all’interno dello schermo attraverso la tecnica del video mapping, regalando a chi li osserva un’esperienza di totale immersione nel dipinto, dove sembrerà di rivivere le stesse situazioni vissute dal genio olandese nel riprodurre quello che aveva davanti agli occhi.

L’utilizzo delle moderne tecnologie è particolarmente attrattivo per i più giovani, i quali hanno la possibilità di vedere le opere non solo tramite i libri ma in un’innovativa modalità di realtà virtuale. La mostra rappresenta un piccolo gioiello di animazione.

Inaugurata lo scorso 8 novembre, l’installazione ha già riscosso un notevole interesse da parte del pubblico, particolarmente attratto dalla possibilità di rivedere opere famose prendere letteralmente vita sotto i propri occhi.

La mostra è visitabile fino a domenica 8 dicembre compresa dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 14 e dalle 15 alle 19, mentre il sabato e la domenica con orario continuato dalle 11 alle 19. Particolare attenzione viene posta alle scuole del territorio di ogni ordine e grado che possono visitarla al mattino con visite guidate gratuite.


 
Nessun commento per questo articolo.