TORNA LA MARCIA DEL GIOCATTOLO

Domenica tutti di corsa
per la solidarietà

02/12/2019 16:00

Ai piedi scarpe sportive per correre o camminare. Nel cuore i bambini meno fortunati che nascono con malattie genetiche rare (GUARDA SERVIZIO TV). Torna la Marcia del Giocattolo, la manifestazione che lega lo sport alla solidarietà e che, oltre a raccogliere giocattoli per i bambini più sfortunati, devolve il ricavato ad associazioni del territorio impegnate nel sociale.

L’appuntamento per tutti è domenica 8 dicembre, in piazza Bra alle 9. Tre i percorsi: ‘fast’, 10 chilometri per i veri runner, gara che quest’anno diventa competitiva e si inserisce nel calendario riconosciuto Fidal; ‘classica’, 10 o 5 chilometri di corsa o camminando; ‘family’, 2 km intorno al centro storico con animazione e divertimento per genitori e bambini. Solo per quest’ultima la partenza sarà alle 10.

Nonostante i percorsi si snodino tra le vie del centro, non sono previsti disagi per la viabilità. Rimangono infatti liberi gli accessi ai principali servizi, tra cui l’ospedale di Borgo Trento, e durante la gara si potrà entrare ed uscire dal centro storico attraverso i varchi di piazza San Zeno, ponte Risorgimento e piazza Santi Apostoli. La Polizia locale sarà in servizio con 25 agenti.

Ogni partecipante potrà scegliere se aderire al programma di solidarietà che quest’anno avrà come simbolo un pendente a forma di cuore con cui addobbare l’albero di Natale della solidarietà in piazza Bra. L’intero ricavato dell’evento, infatti, sarà donato al Centro di servizio per il volontariato e andrà a finanziare il progetto ‘Helf4rare for kids’ per la lotta contro la DBA (Anemia di Diamond Blackfan) e altre malattie rare del sangue.

E la marcia riserva tante sorprese soprattutto per i bambini. In piazza Bra ci saranno Santa Lucia, il coro di Natale e uno spazio con intrattenimenti dedicato ai più piccini. Sotto la stella e in Gran Guardia ci saranno invece i punti di raccolta giocattoli.

Tra le novità di quest’anno vi è la partecipazione del Children’s Museum Verona, che ha deciso di collaborare alla manifestazione sensibilizzando i bambini su alcune tematiche importanti. Nel trentennale della convenzione ONU per i Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, il CMV affiderà ad ogni bambini una bandierina con uno dei 42 diritti, da custodire fino al traguardo.


 

Guarda anche:

Nessun commento per questo articolo.