IL PROGETTO “BORGO TRENTO GENTILE”

All'Arsenale giornata
dedicata alla gentilezza

13/11/2019 15:50

La gentilezza declinata nell’arte e nel gioco, per essere spiegata a bambini e ragazzi. Si conclude sabato 16 novembre, con una giornata di attività in Arsenale, il progetto “Borgo Trento gentile”, avviato esattamente un anno fa.

L’iniziativa, creata nel 2018 in occasione della Giornata mondiale della gentilezza, ha permesso di mettere in rete diverse realtà e associazioni, coinvolgendo le scuole, per valorizzare le relazioni umane al fine di migliorare la qualità della vita nel quartiere. Un’idea che ha utilizzato come logo, durante tutto l’anno, il disegno di una bambina delle elementari Provolo che dice: “Se noi smettessimo di essere gentili, il mondo smetterebbe di girare”.

La giornata conclusiva avrà inizio alle 10 con l’esposizione di disegni ed elaborati dei bambini delle scuole primarie Fraccaroli, Nievo e Provolo. Alle 15.30 inizierà una caccia al tesoro attorno all’Arsenale. Porte aperte al Teatro Scientifico, dalle 15 alle 19. La giornata si concluderà con l’esibizione musicale della Original Perdido Jazz Band.




L’iniziativa è stata presentata, questa mattina a Palazzo Barbieri, dal presidente della 2a Circoscrizione Elisa Dalle Pezze. Erano presenti i rappresentanti delle associazioni coinvolte: il presidente di Abitare Borgo Trento Alberta Avesani, il presidente Astav Maurizio d’Alessandro, il presidente Anffas Anna Quintarelli, il dirigente scolastico della scuola Provolo Carla Aschieri, la direttrice artistica del Teatro Scientifco Isabella Caserta e la responsabile progettazione e gestione progetti del Centro di Servizio per il Volontariato Annunziata Ferraro.

“La Giornata della Gentilezza è nata a Tokyo nell’88 e solo negli anni duemila è arrivata in Italia – ha spiegato Dalle Pezze –. L’anno scorso abbiamo deciso di approfittare di questa ricorrenza per dar vita ad un progetto di quartiere. Un’occasione per promuovere tra i bambini, gli adulti e gli anziani la gentilezza e il rispetto per le persone e l’ambiente”.


 
Nessun commento per questo articolo.