POLITICA

Danni Cimice asiatica,
Borchia: Europa presto!

06/11/2019 15:45
“La risposta della Commissione è una provocazione bella e buona, evidentemente le piace molto la cimice asiatica visto che nonostante i danni che sta procurando al settore agricolo di diversi Stati membri, si rifiuta di sottoporla a quarantena”. L’europarlamentare della Lega Paolo Borchia commenta così la risposta della Commissione europea all'interrogazione sulla questione della cimice asiatica che sta penalizzando il racconto di diverse regioni del nord Italia ed europee. “La Commissione - prosegue Borchia - ha utilizzato 238.500 euro del programma Orizzonte 2020 non per ovviare al problema, ma per scoprire semplicemente che la cimice - così si legge nella nota - è un eccellente volatore in grado di percorrere camminando distanze relativamente lunghe. Tutto questo sembra una presa in giro”.
La cimice asiatica ben si adatta alle condizioni climatiche della maggior parte del territorio dell’Ue e la sua presenza è certificata in 16 Stati membri: “Forse non è un dato sufficientemente allarmante per scuotere la Commissione, ma quel che è certo è che si tratta di un disagio per i nostri agricoltori, fin troppo consapevoli di quanto la presenza dell’insetto sia dannosa per il settore” sottolinea Borchia che conclude: “Non ci fermeremo finchè non avremo una risposta concreta ed risolutiva”.

 
Nessun commento per questo articolo.