LA PRECISAZIONE DEL CONSORZIO

Euronics: la crisi tocca
solo la Galimberti Spa

04/11/2019 12:01

Sulla complessa crisi della Galimberti Spa, approdata di recente in Parlamento e che vede coinvolti a Verona 30 lavoratori che rischiano il licenziamento, interviene Euronics. Il consorzio (che comprende anche Galiberti Spa società che utilizza il marchio Euronics) in una nota precisa che la crisi aziendale “riguarda esclusivamente la Galimberti Spa”. Le società che aderiscono al consorzio, infatti, pur raggruppate sotto un unico marchio e insegna mantengono la loro autonomia gestionale e sono giuridicamente indipendenti. La crisi, quindi, non coinvolge il Gruppo Euronics e la sua insegna, ma unicamente Galimberti Spa, società che gestisce alcuni punti vendita e che non è proprietaria del marchio Euronics.

Il Consorzio Euronics è una realtà consolidata che rappresenta un gruppo d’acquisto con nove soci.

“Con oltre 400 punti vendita in Italia – sottolinea il Consorzio nella sua nota - a insegna “Euronics”, “Euronics City” ed “Euronics Point”, di cui 205 di proprietà e 198 in affiliazione, con una forza occupazionale di oltre 4.700 dipendenti e gestiti da imprese giuridicamente indipendenti e radicate nel territorio italiano, il marchio “Euronics” esprime un giro d’affari complessivo di oltre 1,6 miliardi di euro al netto d’Iva. Numeri che fanno della catena Euronics la terza realtà nel mercato”.

“Le forti difficoltà di Galimberti Spa che speriamo – anche pensando alle maestranze - possano essere risolte – spiega il Consorzio - non possono dunque essere associate in alcun modo al marchio Euronics nel suo complesso, ad Euronics Italia Spa e tantomeno alle sue imprese Socie”.

“Euronics Italia Spa – conclude la nota - è attiva nello sviluppo di progetti, di sinergie organizzative e commerciali e di marketing sotto un'unica insegna, al fine di confermarsi punto di riferimento per i consumatori, ma sempre nel rispetto delle autonomie gestionali delle nove società che ne compongono l’azionariato.

La missione è quella di consolidare la presenza del marchio Euronics sul territorio italiano sia attraverso un piano di sviluppo che prevede l’apertura di molti nuovi punti vendita, sia raccogliendo la sfida “digitale” ampliando le competenze per integrare un modello di business che vuole mantenere la propria specificità di retailer fisico”.



 
Nessun commento per questo articolo.