CAMBIO VERTICI IN CATTOLICA

Minali: Fatto mio dovere
sfiducia è sbagliata

01/11/2019 16:10

"Non serbo rancore nei confronti di coloro che mi hanno tolto la fiducia professionale, convinto che si tratti di una decisione profondamente sbagliata. Ho appreso questa notizia nella stessa sessione consigliare, non senza sorpresa e con quel senso di amarezza che si sperimenta quando si sa, in coscienza, di aver compiuto il proprio dovere professionale". Con queste parole l'ormai ex ceo di Cattolica, Alberto Minali, commenta in una mail inviata ieri ai dipendenti la decisione del cda di sfiduciarlo (GUARDA SERVIZIO TV).

"Nel breve volgere di poco più di due anni di intensa attività - ha aggiunto Minali -, posso dirvi con orgoglio che il nostro Piano Strategico ha avviato un importante processo di trasformazione del nostro modello di business e siamo diventati di nuovo una azienda profittevole nel settore assicurativo, capace di crescere in un contesto difficile, aperta alle sfide, radicata sul territorio di riferimento".

"Vi chiedo, anche oggi, seppure in questo frangente non felice, di continuare a dedicare le Vostre energie a Cattolica, consapevoli come noi tutti siamo che si deve mettere l'interesse aziendale ante omnia" ha detto ancora Minali.

"Vi ringrazio - ha concluso il manager - per la Vostra vicinanza e per l'affetto che sempre mi avete dimostrato, che ho cercato di contraccambiare, nel mio piccolo, dando un esempio di integrità, coraggio e dedizione".


 

Leggi anche:

Guarda anche:

Nessun commento per questo articolo.