ASSEGNATE AL DG

Cattolica ritira deleghe
all'ad Minali

01/11/2019 08:59

Il cda di Cattolica ha ritirato le deleghe all'amministratore delegato Alberto Minali e le ha assegnate al direttore generale Carlo Ferraresi. Lo si apprende da una nota ufficiale della Compagnia veronese.

La decisione del consiglio sarebbe maturata a causa di una divergenza di visione con l'amministratore delegato sull'organizzazione societaria, gli scenari strategici e i rapporti con i soci e anche con il mercato.

Alberto Minali era stato nominato a.d. di Cattolica Assicurazioni il 1° giugno 2017.

In una nota si legge che la divergenza di visione ha determinato una "non fluida, distesa e positiva posizione dell'amministratore delegato verso il Consiglio di Amministrazione e una non sufficiente sintonia e organicità nelle rispettive competenze". Il Consiglio di Amministrazione ha confermato la volontà di perseguire l'attuazione del piano di crescita già annunciato ai mercati ed ha ribadito l'impegno a difendere i valori fondanti e il modello cooperativo e a valorizzare la sostenibilità nel tempo dell'investimento dei soci e degli investitori. Il board ha inoltre confermato di proseguire il percorso di innovazione e di adeguamento della governance societaria, secondo le migliori pratiche del mercato: un percorso da tempo intrapreso anche attraverso l'adozione del sistema monistico e la possibilità anche per i soci di capitale di partecipare alla governance.

Carlo Ferraresi, 53 anni, dal 2017 direttore generale di Cattolica Assicurazioni, ha svolto ruoli di rilievo nel campo finanziario e in quello assicurativo e riassicurativo in Italia e nel Regno Unito, presso Assicurazioni Generali e Marsh e successivamente nel gruppo Andersen e Deloitte. Prima di approdare in Cattolica, nel 2012, come direttore finanza e investor relations manager, era managing director in Credit Agricole.


 
Nessun commento per questo articolo.