IN TANGENZIALE NORD

Tosi: Il Superautovelox
serve solo per far cassa

21/10/2019 16:24

“Sboarina sembra un Sindaco di sinistra per quanto riguarda tasse e multe ingiuste (GUARDA SERVIZIO TV): dalle telecamere in uscita della Ztl estese a tutti, ai nuovi velox in T4 inseriti in punti non critici. Così la sua Amministrazione preleva sei milioni di euro all'anno ai veronesi. Nel frattempo, sempre per fare cassa, Sboarina taglia e rallenta i servizi pubblici dedicati ai cittadini”. Flavio Tosi attacca così l'Amministrazione Comunale dopo l'installazione del superautovelox in Tangenziale Nord.

Tosi ha parlato di “provvedimenti iniqui e inutili”. “I nuovi velox – ha detto – sono stati inseriti in rettilineo abbassando pure il limite da 90 a 70 km/h. Un trucchetto ideato solo per fare cassa, cioè prendere ai veronesi 3 milioni all'anno. Pure io avevo inserito due velox, ma in curva, in punti critici dove c'erano stati gravi incidenti. Le telecamere in uscita della Ztl invece erano state studiate da me solo per regolare il flusso dei furgoni, non certo per i cittadini comuni. L'Amministrazione Sboarina le ha estese a tutti per incassare dai veronesi altri 3 milioni l'anno”.

“In totale – ha continuato Tosi – sono 6 milioni che diventano 7 con la tassa di soggiorno, che porta almeno un altro milione di euro all'anno”.

“Sette milioni in più – sottolinea Tosi – eppure Sboarina taglia i servizi ai cittadini e i dipendenti comunali, bloccando interi compartimenti. In due anni sono 200 unità in meno di personale: da 2198 dipendenti con Tosi Sindaco si è passati ai 1976 di oggi, un risparmio di altri 8-10 milioni di euro. Un taglio drastico che non si è mai visto in precedenza e che ha mandato nel caos molti servizi pubblici dedicati ai cittadini. Con gli 8-10 milioni risparmiati e i sette incassati tra tasse e multe il saldo netto per il Comune è di 15 milioni, una cifra colossale”.

Alberto Bozza, Consigliere comunale della Lista Tosi, ha detto: “L'Assessore Polato accusa Tosi per i nuovi velox in tangenziale, ma non è vero, Tosi nel 2012 aveva solo richiesto il permesso obbligatorio alla Prefettura per mettere i velox necessari nei due punti critici dove c'erano stati incidenti, non certo per aggiungerne altri. Questo lo ha deciso l'Amministrazione Sboarina ed è lo stesso Polato, smentendo immediatamente se stesso, ad ammettere che è un'Amministrazione a decidere se e dove mettere i velox e quanti. Insomma la smettano di scaricare colpe su chi c'era prima e si assumano finalmente le responsabilità delle loro cattive azioni. Azioni tra l'altro decise dalla mattina alla sera, all'insaputa dei veronesi, a cui poi tocca pagare. La gente è infastidita, hanno messo due velox in rettilineo solo per fare cassa”.


 
Nessun commento per questo articolo.