ASTRA

Satira in versi
contro il degrado

10/10/2019 10:59

"Che serate al cinema Astra in giovinezza! Peccato ora è solo una monnezza" . I primi versi di un nostalgico e moderno Pasquino che ha dato voce alla protesta di molti veronesi che si trovano a passare in via Oberdan, pieno centro di Verona. Foglietti appiccicati a cio' che resta delle vetrinette davanti al cinema Astra, a pochi passi dalla Bra. Una satirica protesta in rima, come accadeva nei secoli scorsi a Roma, le celebri "pasquinate", ovvero scritti anonimi che venivano appesi per le vie della citta'. La lettera-poesia del Pasquino veronese, rivolta al sindaco, conclude saggiamente: "Se nessuno lo vuol comprare, fallo almeno sistemare!"


 
Nessun commento per questo articolo.