SMANTELLATA ORGANIZZAZIONE

Patenti facili, banda
aveva base a Verona

07/10/2019 17:25

Costruire un’attività con finalità illecite. Ecco spiegata l’associazione per delinquere contestata a una banda criminale di dieci persone con base a Verona che forniva, dietro compenso, tutti gli elementi per poter superare agevolmente gli esami della patente. Una truffa estesa a tutto il Nord Italia da Verona a Vicenza, Modena, Bologna e Varese e che oltre a garantire ingenti profitti (sono oltre mille le persone che sostengono l’esame scritto della patente ogni mese solo a Verona) rappresenta un pericolo concreto (GUARDA SERVIZIO TV).

L’associazione era strutturata in maniera perfetta. C’erano i vertici dell’organizzazione che muovevano le fila, poi coloro che ricercavano fattivamente i candidati, quelli che acquistavano il sofisticato materiale tecnologico, quelli che si occupavano di vestirli con tanto di micro-telecamere installate nelle felpe o nei bottoni della camicia e auricolari, quelli che svolgevano effettivamente l’esame con la funzione di suggeritori dalla sede logistica della banda e un medico che rilasciava certificati senza nemmeno svolgere la visita d’idoneità. La svolta dopo alcune intercettazioni telefoniche che hanno tolto ogni dubbio. Certo non è possibile quantificare il numero di coloro che abbiano ottenuto la patente in maniera illecita.

Le operazioni condotte dalle procure di Verona e Varese sono iniziate alla fine del 2017: delle venti persone fermate dieci sono i membri della banda e dieci invece i candidati colti in flagrante. Impossibile, al momento, risalire a quando l’attività illecita sia iniziata.


 

Leggi anche:

Guarda anche:

Nessun commento per questo articolo.