IN FIERA A VERONA

ArtVerona taglia il
traguardo dei 15 anni

04/10/2019 16:00

ArtVerona presenta le 150 gallerie dell’edizione dei suoi 15 anni, che si svolge dall’11 al 13 ottobre a Veronafiere, offrendo un percorso sempre più qualificato attraverso il panorama del mercato dell’arte italiano, dal settore moderno più consolidato fino alle novità emergenti e da scoprire.

Sono 5 le sezioni della fiera, tra le 115 gallerie della Main Section, tra arte moderna e contemporanea, e quelle dell’area della ricerca e della sperimentazione, che comprende anche le due sezioni che guardano all’estero: 5 gallerie per Focus on, che dopo la Lituania quest’anno punta a un altro scenario di grande interesse, quello della Repubblica Ceca e della Slovacchia, e Grand Tour, dedicata alla visione di 6 gallerie e galleristi che dall’Italia hanno aperto una sede all’estero o viceversa. A queste si affiancano le due sezioni dedicate alle realtà più giovani con le 16 gallerie di Scouting e le 8 gallerie dei solo show di Raw Zone.

“ArtVerona festeggia quest’anno la sua quindicesima edizione, presentandosi nel panorama fieristico nazionale come una fiera matura e concreta”, ha commentato Giovanni Maccagnani, vicepresidente di Veronafiere, alla presentazione di ArtVerona, che si è svolta oggi all’Accademia di Belle Arti di Verona. “La manifestazione, infatti, si caratterizza per essere sia un appuntamento di mercato con un’ottima selezione della qualità della proposta delle gallerie, sia come un evento culturale, a beneficio dell’intero territorio”.

Questa edizione vede nuove importanti adesioni che si aggiungono a significativi ritorni e conferme rispetto alla scorsa edizione, un risultato che deriva dal riconoscimento di un progetto che investe sulle potenzialità del sistema italiano. Questo avviene anche a partire da un costante dialogo con le diverse espressioni del collezionismo, che si manifesta tutto l’anno con il roadshow della fiera nelle città italiane e con la novità di Collecting, il corso dedicato ai nuovi collezionisti, ideato da Adriana Polveroni, giunta al terzo anno della sua direzione artistica.


 
Nessun commento per questo articolo.