L'EX SINDACO ATTACCA

Tosi: Blocco auto
è schiaffo ai deboli

30/09/2019 17:00

“Mentre Segala e Sboarina annunciano promesse a vuoto come il futuristico Central Park totalmente a verde dal 2026, sulle questioni concrete e attuali la città è paralizzata. Lo sviluppo urbanistico e green della città è fermo, in compenso si procede a iniziative inutili e sbagliate come il Mobility day e la cosiddetta ordinanza antismog, che sono un torto inferto ai veronesi più deboli”.

A dirlo stamattina in una conferenza stampa a Palazzo Barbieri, Flavio Tosi. Con Tosi i Consiglieri comunali della Lista Tosi Alberto Bozza e di Fare! Verona Paolo Meloni.

Tosi ha ricordato che: “Queste iniziative antismog sono inutili e dannose per i veronesi più disagiati economicamente, come l'ordinanza che blocca i veicoli euro 3 ed euro 4 e il Mobility Day, che andava abolito e invece è stato solo ridotto da 7 a 2 domeniche, segno peraltro che la stessa amministrazione si è resa conto del flop. Denunciamo da due anni l'inutilità dell'iniziativa: si tratta solamente di una Ztl allargata che non risolve il problema inquinamento e che crea ingorghi e disagi nei quartieri limitrofi al blocco, che vengono presi d'assalto”.

Tosi ha concluso: "L'ordinanza cosiddetta anti-smog è la misura più sbagliata di Sboarina, perché il traffico veicolare incide solo in minima parte sullo sforamento delle emissioni. Quelle dipendono per il grosso dal riscaldamento domestico e dalla produzione industriale, come dimostrano gli studi scientifici. Non a caso gli sforamenti arrivano in inverno. L'aggravante è che bloccare le auto euro 3 ed euro 4 colpisce i meno abbienti che non possono cambiare auto. Almeno queste misure venissero accompagnate da incentivi a comprare un'auto nuova o a usare mezzi alternativi, ma così non è. Inoltre non viene prevista nessuna 'finestra' oraria, il blocco è totale, così ci sono migliaia di veronesi che pagano bollo e assicurazione ma non possono circolare. E non è vero che Sboarina ha dovuto sottostare alla norma regionale. Quella norma c'è da anni, ma io da Sindaco mi sono sempre opposto a scrivere ordinanze del genere”.


 
Nessun commento per questo articolo.