IL CONCERTO DEL CANTANTE

Coez in Arena e il
tributo all'ONG Open Arms

30/09/2019 09:28

E' partito domenica sera dall'Arena di Verona il nuovo tour di Coez, tra canzone d'autore, pop e anche un video dedicato ad Open Arms. 'E' sempre bello in tour' è il titolo della carrellata di concerti che dopo il debutto veronese porterà Coez nei palazzetti, a partire dal 12 ottobre a Torino e per altre nove date, tra le quali la doppia di Milano (GUARDA SERVIZIO TV).

"Ho sempre lavorato per questo - ha detto Coez - perchè io e i miei musicisti abbiamo suonato nei piccoli club, anche davanti a solo cento persone, o in posti più grandi come ad esempio Le Capannelle. La cosa bella sarà portare tutta la nostra esperienza su questi palchi, legandola a quell'atmosfera raccolta da club da cui proveniamo".

Un totale di ventisei canzoni in scaletta, a partire da un medley di 'Mal di gola', 'Gratis', Faccio un casino' e 'Catene', scandiscono la storia musicale di Coez, da 'Ali Sporche', 'Lontana da me' e 'Siamo morti insieme', fino alle produzioni più recenti e con la chiusura dedicata a 'La musica non c'è', 'E' sempre bello' e 'La strada è mia'. Oltre un'ora e mezza di concerto e la band storica dell'artista romano sul palco.

Tanta musica ma anche un momento di riflessione, con un video dedicato al salvataggio dei migranti in mare e alla ONG Open Arms.

"Questo video - ha spiegato Coez - vuole essere di sostegno a chi cerca di fare in modo che le cose non precipitino verso il baratro. La questione delle migrazioni è molto complessa, lo so bene, ma qui si parla di salvataggio di persone in mare e anche il pop può parlare di argomenti importanti".

Con una maglietta di Open Arms, Coez era salito anche sul palco del Jova Beach Party, ospite di Jovanotti a Viareggio. "Sui social sono stato criticato - ha detto Coez - ma penso sia giusto esprimere il proprio pensiero. I social all'inizio erano il luogo dove tutti potevano dire la loro, oggi invece sono diventati il luogo dove tutti devono dire la loro, su qualunque argomento".


 

Guarda anche:

Nessun commento per questo articolo.