L'INTERVENTO DELLA BUSINAROLO

Fusione Agsm-Aim
sul tavolo del Governo

29/09/2019 11:10

La fusione tra Agsm Verona ed Aim Vicenza sta per arrivare anche negli uffici del governo nazionale. Lo annuncia la parlamentare del Movimento Cinque Stelle, Francesca Businarolo, che intende parlarne al più presto con Achille Variati (Pd), oggi sottosegretario agli Interni ma in passato sindaco e presidente della Provincia di Vicenza, ma soprattutto autore, assieme a Flavio Tosi, della prima proposta di fusione tra le due multiutility.

Quella proposta sembra incontrare diversi scogli di natura politica (soprattutto a Vicenza) e Businarolo sostiene che «occorre un lavoro di squadra per trovare una soluzione che garantisca un futuro per la multiutility veronese». Dopo aver premesso che «come M5S il nostro approccio alla questione ha sempre messo al centro i servizi al cittadino, a cominciare dall’acqua pubblica», la parlamentare ricorda che «il mercato energetico ha visto l’emergere di colossi come A2A ed Hera e una generale tendenza alla concentrazione, ed in un quadro del genere i piccoli rischiano di essere schiacciati. Ecco perché – aggiunge - è necessario che Agsm trovi il suo spazio, salvaguardando i posti di lavoro e continuando a garantire i servizi essenziali alle stesse tariffe o, meglio, migliorarli facendo economia di scala. Lo stallo delle trattative tra Agsm e Aim – prosegue – è preoccupante, e la situazione va sbloccata con la diplomazia e la capacità decisionale, non delegando a consulenti esterni che possono fare poco. Ora Variati, già sindaco di Vicenza e presidente della Provincia è sottosegretario all’interno: lo contatterò – conclude - per capire i nodi del contendere».


 
Nessun commento per questo articolo.