A VENEZIA

Sboarina al Consiglio
delle autonomie

26/09/2019 17:22

Si è insediato a palazzo Ferro Fini, sede del Consiglio regionale del Veneto, il Consiglio delle Autonomie locali. Il nuovo organismo, previsto dalla Costituzione e realizzato secondo quanto prevede lo Statuto veneto, è un’istituzione che rappresenta gli enti locali e che ha compiti consultivi, propositivi e di cooperazione tra le amministrazioni locali e la Regione. Partecipano di diritto al CAL, infatti, i sindaci delle città capoluogo e i presidenti di Provincia, oltre ad alcuni membri elettivi. Hanno rappresentato Verona, durante la riunione di insediamento, il sindaco Federico Sboarina, il presidente della Provincia Manuel Scalzotto e i sindaci di Minerbe Andrea Girardi e di Vigasio Eddi Tosi.

L’assemblea ha eletto, all’unanimità, come presidente del CAL il presidente della Provincia di Padova Fabio Bui, mentre il vice presidente è il sindaco di Marcon Matteo Romanello. “Il Consiglio delle Autonomie locali – ha detto il sindaco Federico Sboarina – rappresenta un nuovo e importante strumento per la buona gestione del territorio e delle nostre comunità. Infatti, grazie al CAL, le amministrazioni locali avranno un canale diretto con la Regione e potranno contare su un efficace strumento per il confronto sulle leggi che interessano direttamente i nostri Comuni. Il CAL sarà, quindi, il luogo in cui gli enti locali potranno esprimere il proprio parere e sono chiamati a dare alcuni pareri obbligatori. Si accorciano ancor di più le distanze con la Regione e si dà valore alle esperienze e alle idee del territorio, nell’interesse di tutti i nostri cittadini. Un ruolo fondamentale per partecipare al processo legislativo della nostra Regione, che così è ancor più vicina ai cittadini”.


 
Nessun commento per questo articolo.