L’AZIENDA DI QUINTO

Gruppo Veronesi investe
11 milioni in Russia

26/09/2019 12:50
Il Gruppo Veronesi insieme a Finest investe 11 milioni in Russia per la realizzazione di una filiera agroalimentare per la produzione di carni bianche. L'operazione in Russia è un progetto pilota che consente al gruppo di Quinto Valpantena di entrare anche in uno dei mercati a più alta crescita e di consolidare il percorso di internazionalizzazione che lo vede esportare in 79 Paesi (16,8% del totale).

Il Gruppo italiano leader nell'agroalimentare, ha pianificato insieme a un socio di minoranza russo, di implementare in Russia l'intero ciclo della filiera della carne di tacchino. L' insediamento del polo produttivo nel distretto di Belgorod - il primo all'estero per il Gruppo - nasce per poter rispondere alla domanda crescente di prodotti avicoli di qualità da parte dei russi. Il Gruppo Veronesi darà così vita a una filiera integrata che comprende tutte le carni prodotte in Russia saranno destinate esclusivamente al mercato locale.

“Per noi - rileva l' ad Luigi Fasoli - è la prima filiera integrata che realizziamo oltreconfine e che ci consentirà, almeno nella prima fase, di offrire anche ai consumatori russi un prodotto fresco". Pur nella consapevolezza della complessità che caratterizza il mercato russo, il progetto permetterà al Gruppo di sviluppare al meglio le proprie potenzialità, misurandosi con l'economia russa, che nel 2018 ha visto un interscambio totale di 21,4 mld di euro con l'Italia (+5% rispetto all'anno precedente).

Veronesi è il primo gruppo italiano con filiera completa e integrata che parte dalla produzione dei mangimi sino alla trasformazione e distribuzione delle carni e dei salumi della tradizione gastronomica italiana. Veronesi, Aia e Negroni sono i tre marchi di riferimento; con 8.000 dipendenti in 23 siti in Italia; ha chiuso il 2018 con 2,97 mld di ricavi netti consolidati.
 
Nessun commento per questo articolo.