LE PAROLE DI SBOARINA

Primo giorno di scuola,
sindaco saluta studenti

11/09/2019 14:50

“Cari bambini, il primo giorno di scuola è uno di quei momenti che non si dimenticano. Un ricordo indelebile per tutti noi, grandi e piccoli. Finiscono le vacanze, si ritrovano tra i banchi di scuola gli amici, riprendono le attività. Ed è solo il primo di tanti giorni speciali. Oggi, per me, rivivere tutte queste emozioni insieme a voi, nella doppia veste di sindaco e papà, è davvero impagabile”. Con queste parole, stamattina, il sindaco Federico Sboarina ha salutato i remigini delle scuole Segala di via Frattini, pronti ad entrare in classe per la prima volta. Con loro i genitori, armati di smartphone per foto e video di rito. E gli insegnanti pronti ad aprire le classi. Dopo il suono della prima campanella, nel salone principale, il canto ha dato il via al nuovo anno scolastico.

“Auguro a tutti i bambini, ai ragazzi e ai giovani, di essere sempre curiosi, di voler apprendere e conoscere – ha proseguito il sindaco -. La scuola vi darà la possibilità di imparare tante cose, di crescere, di crearvi un importante bagaglio culturale. Buon anno anche a tutti i genitori. Spesso conciliare gli impegni non è facile, ma non c’è gioia più grande di farlo per i nostri figli. La scuola non può sostituire la famiglia, è importante che vi sia collaborazione per il bene dei ragazzi. Agli insegnanti, ai dirigenti scolastici e a tutto il personale delle scuole, buon lavoro e un grazie per tutto quello che fate con grande amore e passione”.

Il sindaco, insieme al vicesindaco Luca Zanotto, ha incontrato poi gli studenti delle scuole Dall’Oca Bianca, in via Selinunte, Romagnoli, in piazza Risorgimento, Sacra Famiglia, in via Nascimbeni, e Figlie del sacro Cuore di Gesù Seghetti, in piazza Cittadella.


 
Nessun commento per questo articolo.