VIOLENZA IN FAMIGLIA

La picchiava e bruciava
vestiti, arrestato 29enne

12/07/2019 08:20

I Carabinieri di Bardolino hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia, e lesioni personali aggravate, un 29enne residente a Garda.

Le indagini sono iniziate nel maggio scorso quando la convivente dell'uomo aveva presentato una denuncia-querela nei suoi confronti, riferendo di subire abitualmente dei maltrattamenti da parte del compagno. Queste violenze erano cominciate nel febbraio 2018, dopo poche settimane da quando i due avevano deciso di andare a vivere insieme a Garda. Tuttavia la donna, a distanza di soli due giorni, ha deciso di ritirare la querela poiché, a suo dire, si era riappacificata con il convivente.

I fatti raccontati erano particolarmente gravi e preoccupanti pertanto i Carabinieri hanno deciso comunque di avviare delle indagini per meglio accertare l’intera vicenda. Così sono emersi messaggi intimidatori inviati dal compagno alla donna, culminati con minacce di morte.

Negli ultimi due anni, inoltre, sono stati compiuti numerosi interventi da parte delle Forze di polizia nell’abitazione della coppia, originati sia da richieste della donna che da parte di privati cittadini, che assistevano a vere e proprie aggressioni o minacce.

I militari hanno hanno riscontrato segni delle percosse sul corpo della vittima, il danneggiamento del cellulare, il bruciamento dei vestiti.

L’episodio più grave è avvenuto lo scorso 13 giugno, quando la donna è stata ricoverata nel reparto di neurologia dell’ospedale di Peschiera del Garda, a seguito dell’ennesima violenta aggressione.

Così i Carabinieri hanno raccolto elementi di colpevolezza a carico dell’uomo per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate e la Procura della Repubblica ha richiesto e ottenuto l’emissione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico del 29enne che ora è finito dietro le sbarre a Montorio.


 
Nessun commento per questo articolo.