STAGIONE LIRICA E BALLETTO

Don Carlo di Verdi apre
la stagione della Fenice

03/07/2019 12:15

Sarà il Don Carlo di Verdi il 24 novembre a inaugurare la stagione lirica e balletto del Teatro La Fenice di Venezia, all'interno di una programmazione di successo di pubblico e di conti - per l'ottavo anno chiusura in equilibrio economico - che alterna novità, come il "Pinocchio" di Pierangelo Valtinoni (13 dicembre) o il balletto "Duse" di John Neumeier, con Alessandra Ferri e l'Hamburg Ballett (5 febbraio), alla ripresa di opere di repertorio come "Traviata" e "Trovatore" verdiani o "Il barbiere di Siviglia" di Rossini.

Sono 21 i titoli, con oltre 150 rappresentazioni, in programma per la prossima stagione e l'opera d'apertura prosegue il progetto di rilettura del catalogo di Verdi portata avanti dal maestro Myng-Whun Chung, disegnando una linea artistica di continuità con le ultime inaugurazioni, con "Macbeth" nel 2018 o "Un ballo in maschera" del 2017. La Fenice presenta, tra l'altro, un dittico novecentesco - "A hand of Bridge" di Samuel Barber e "Il castello del principe Berbablù" di Bartok" - (17 gennaio), "Rinaldo" di Handel, nell'allestimento di Pier Lugi Pizzi (19 giugno), o "Rigoletto" per la regia di Damiano Michiletto.

Il programma è stato presentato dal sovrintendente e direttore artistico Fortunato Ortombina, alla presenza del direttore generale Andrea Erri, del responsabile artistico delle attività di danza Franco Bolletta, del direttore generale della Fondazione di Venezia Giovanni Dell’Olivo e della responsabile CTPS Direzione Regionale Veneto Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige Intesa Sanpaolo Monica Cristanelli: il Gruppo, dall’1 gennaio 2019 diventato socio sostenitore del Teatro veneziano, ha infatti rinnovato il suo prezioso sostegno alle Stagioni Lirica e Sinfonica del Teatro La Fenice.


 
Nessun commento per questo articolo.