A SAN MICHELE EXTRA

Villa Buri diventa
museo a cielo aperto

19/06/2019 15:56

Intrecci di rami, labirinti di terra, installazioni di tronchi e cortecce. Queste alcune delle opere della mostra di arte contemporanea a cielo aperto ‘Linea, terra, acqua’. Il parco di Villa Buri, da domenica 23 giugno al 28 settembre, si arricchisce di nuove e suggestive ambientazioni artistiche con la terza edizione del laboratorio dei giovani artisti dell’Accademia di Belle Arti di Verona.

Il percorso espositivo, il cui filo conduttore per l’edizione 2019 è il tema dei ‘Labirinti’, sette opere selezionate dai lavori prodotti dai 45 studenti dell’accademia che, durante l’anno, hanno partecipato al progetto.

Al termine del progetto, infatti, una giuria ha selezionato le opere di Davide Bontempi, Francesco Lasala, Gaia Serafini, Ehsan Shayegh, Linda Simioni, Giorgia Sorrentino, Jennifer Taufer, che resteranno esposte all’interno del parco per tutto il periodo estivo.

A fine mostra le opere più meritevoli entreranno a far parte del patrimonio artistico del parco, divenendo così installazioni permanenti e visibili durante tutto l’anno. Coinvolti nel progetto anche professionisti del settore dell’arboricoltura che, grazie alla collaborazione con Entaconsulta e al patrocinio di SIA - Società Italiana di Arboricoltura, hanno garantito la salvaguardia delle piante e l’integrazione positiva tra natura e opere d’arte.

L’esposizione, a cura dei docenti dell’Accademia Daniele Salvalai e Andrea Fabbro, è visibile al pubblico tutti i giorni, dalle 9 alle 20, con accesso gratuito.

Il progetto espositivo è stato presentato oggi in municipio dall’assessore alla Cultura Francesca Briani. Presenti per l’Accademia di Belle Arti il presidente Marco Giaracuni, il direttore Francesco Ronzon i curatori e alcuni degli artisti-studenti partecipanti al progetto.

“Un interessante progetto espositivo – spiega Briani –, che attraverso l’arte contemporanea punta a promuovere ed incrementare il valore culturale del territorio, avvicinando gli studenti e i fruitori del parco alle nuove tendenze dell’arte contemporanea. Un percorso d’arte inserito nello splendido contesto naturalistico del parco di Villa Buri che, per l’occasione, si trasforma in uno spazio artistico a cielo aperto dal fascino successivo”.


 
Nessun commento per questo articolo.