AL TEATRO ROMANO

L'Olimpo della musica
secondo Morgan

14/06/2019 23:11

Comincia in ritardo, ma con la sua solita ironia, Marco Castoldi, il concerto del Festival della Bellezza, una specie di collezione di omaggi dei suoi grandi riferimenti musicali, unita al suo album più di successo “Le canzoni dell’appartamento”, con cui vinse il premio Tenco nel 2003 (GUARDA IL SERVIZIO TG).

"Adesso dovrei fare le Canzoni dello sgombero dell'appartamento" dice ridendo. Fa riferimento allo sfratto: troppe tasse e alimenti per la figlia mai pagati, entro pochi giorni dovrà lasciare la casa di Monza. Quando suona, però, massima serietà. Non solo Tenco, Gaber, David Bowie e i Pink Floyd, anche e soprattutto Faber, su cui chiude il concerto. Il bis con il suo cavallo di battaglia, “Un Ottico”, dall’album “Non al denaro, non all’amore, né al cielo”.


 
Nessun commento per questo articolo.