ELEZIONI, I NUMERI A VERONA

Europee, veronesi al voto
alle 19 affluenza 48,65%

26/05/2019 19:45

Aggiornamento 20:15: Tanti i veronesi che si stanno recando alle urne per queste Elezioni Europee. Alle 19 si sono recate ai seggi 95.844 persone a Verona. Il 48,65% degli aventi diritto.

Aggiornamento ore 12:35: Alle 12 si sono recate ai seggi 36.878 persone a Verona. Il 18,72% degli aventi diritto. In Provincia l'affluenza sale al 20,35 %. A livello nazionale ha votato il 16,51% degli aventi diritto contro il 16,01% di cinque anni fa, quando l’ affluenza finale era stata del 58,6%.

Seggi aperti domenica dalle 7 alle 23 per le Elezioni Europee e per le amministrative. Sono 712.791 i veronesi interessati al voto: 366mila donne e poco meno di 347mila uomini.

Nello stesso giorno sono chiamati alle urne i cittadini di 49 i Comuni della provincia che dovranno eleggere il nuovo sindaco e rinnovare il Consiglio comunale.

Sono quattro i comuni superiori ai 15 mila abitanti che - qualora nessun candidato dovesse ottenere al primo turno il 50% dei voti - andranno al ballottaggio: Legnago, San Bonifacio, Negrar di Valpolicella e Pescantina. L’eventuale ballottaggio è in programma dopo due settimane, domenica 16 giugno.

In questi 49 comuni gli elettori riceveranno quindi due schede, quella di colore marrone per le Europee, l’altra per le comunali.

Per votare, come sempre, servono la tessera elettorale e un documento d'identità valido, chi fosse sprovvisto della tessera elettorale potrà chiedere il duplicato all’ufficio elettorale nell’anagrafe del proprio comune.

Alle Europee si potranno esprimere fino a tre preferenze, ma se si sceglie di votare due o tre candidati, sulla scheda dovranno essere indicati di diverso genere, insomma un maschio e una femmina, altrimenti la seconda e la terza preferenza saranno annullate.

Alle comunali un elettore può votare un candidato sindaco, votare una lista e la preferenza di estende al candidato sindaco, votare un candidato sindaco e una delle liste collegate , ma anche applicare il voto disgiunto, ossia votare il candidato sindaco e una delle liste non collegate a lui.

Nei comuni fino a 5000 abitanti si può esprimere una sola preferenza, in quelli con più di cinquemila abitanti due preferenze, ma dovranno essere indicati candidati di genere diverso.

Lo spoglio delle Europee inizierà a partire dalle 23 di domenica, mentre per i Comuni lo scrutinio scatterà lunedì alle 14.

Appuntamento su Telenuovo in prima serata, per lo speciale elezioni, lunedì alle 21, con tutti i risultati del voto, i commenti e gli approfondimenti.


 
Nessun commento per questo articolo.