ESTORSIONE

Raggiro e minacce,
21enne in manette

25/05/2019 14:43

I Carabinieri di Bussolengo hanno arrestato un romeno di 21 anni nella flagranza del reato di estorsione. La vittima, navigando su un sito di incontri, aveva trovato un annuncio che gli interessava e, nell’inserzione, era specificato anche un numero di telefono da contattare. A quel punto ha deciso di inviare dei messaggi WhatsApp a quell’utenza per chiedere alcune informazioni; suo malgrado, però, dopo qualche giorno, ha ricevuto a sua volta da quel numero una richiesta di denaro a fronte di una prestazione non meglio indicata e di fatto mai avvenuta.

La vittima, pur consapevole dell’assurdità della richiesta, ha deciso comunque di inviare dei soldi alla presunta ragazza a titolo di prestito. La richiesta di denaro è stata rinnovata e l’uomo ha effettuato ricariche per 200 euro. Pochi giorni dopo ha cominciato a ricevere minacce di morte e quando gli sono stati chiesti altri 120 euro, ha allertati i Carabinieri che si sono presentati all’appuntamento per la consegna del denaro. Il giovane romeno è stato bloccato e arrestato, in tasca aveva ancora le banconote appena consegnate dalla vittima dell’estorsione e anche un telefono cellulare, contenente la scheda SIM utilizzata per inviare le reiterate minacce. Nell’abitazione del giovane a Bussolengo i militari hanno sequestrato anche anche le Postepay dove la vittima aveva effettuato le varie ricariche.


 
Nessun commento per questo articolo.