AUTOBRENNERO

A22, ok alla concessione
sarà tutta pubblica

16/05/2019 10:45

A seguito della riunione del Cipe il rinnovo della concessione dell'autostrada del Brennero è cosa fatta. La gestione della tratta autostradale Brennero-Modena sarà in capo ai territori per 30 anni, attraverso una società inhouse interamente pubblica, della quale il territorio del Trentino Alto-Adige detiene la maggioranza assoluta.

Gli investimenti nei 30 anni a favore del territorio saranno pari a 4,1 miliardi, nei quali rientrano la terza corsia dinamica tra Bolzano nord e Verona (oltre 1 miliardo) e la terza corsia tra Verona e Modena (740 milioni), nonché il sistema viario Bassa Atesina-Bolzano (contributo di 200 milioni).


E' prevista la costruzione di barriere antirumore che interessano l'intera tratta autostrade, nonché sostanziali interventi di rifacimento delle stazioni autostradali e dei centri e delle aree di servizio. E' prevista inoltre la prosecuzione degli interventi di rifacimento dei sovrappassi autostradali, la realizzazione di parcheggi ed autoparchi e la manutenzione straordinaria su viadotti ed opere d'arte.


Sarà introdotta per la prima volta in Italia e tra i primi in Europa della cosiddetta tariffa ambientale, con la quale saranno finanziate opere complementari all'autostrada, funzionali allo sviluppo della ferrovia e dell'intero corridoio del Brennero, tra cui gli Interporti di Trento ed Isola della Scala e l'Interporto fluviale di Valdaro (Mantova) per un totale complessivo di 250 milioni.

Un contributo di 1,7 miliardi in 30 anni sarà devoluto per la realizzazione del tunnel del Brennero, si legge in una nota della Provincia.


 
Nessun commento per questo articolo.